Lo sceneggiatore dei film parla dei cambiamenti apportati ai personaggi e all’ambientazione, che hanno portato ad esclusioni eccellenti e modifiche ai protagonisti.

A una settimana dall’uscita in Giappone e negli USA di Attack on Titan, il primo dei due lungometraggi live action basati sul manga di Hajime Isayama, lo sceneggiatore delle pellicole Tomohiro Machiyama ha previsto che i film causeranno delle “reazioni molto accese” tra i fan dell’anime (e del manga). Questo perché molte modifiche sono stati fatti sui personaggi principali in fase di scrittura.

Ad esempio, il protagonista Eren Jaeger non sarà un giovane guidato dalla propria sete di vendetta e dal desiderio di sterminare i titani, almeno non dall’inizio; anzi, la prima comparsa dei giganteschi mostri, di cui si rifiuta di ammettere l’esistenza, lo terrorizzerà al punto da paralizzarlo. La spietata e impassibile Mikasa Ackermann avrà invece un ruolo di love interest per Eren molto più spiccato, e sarà l’amore per la ragazza a spingere Eren a combattere.

Questi cambiamenti non sono però interamente opera dello staff dei film: secondo Machiyama è stato lo stesso mangaka Hajime Isayama a chiedere che Eren venisse reso meno simpatetico, meno “eroe shonen” e più “ragazzino ordinario che si paralizza quando vede un titano”. “Era molto importante per noi il dialogo con l’autore originale”, ha dichiarato Machiyama.

Altri cambiamenti riguardano l’ambientazione: la storia si svolgerà in Giappone, e il tutto sarà molto più “giapponese”, a partire dai nomi; del resto gli attori sono giapponesi, e dei nomi eccessivamente germanici avrebbero creato un effetto straniante.

L’effetto più clamoroso di questa politica è stata l’esclusione di Levi, uno dei personaggi più amati della saga; il capitano della legione esplorativa non comparirà in nessuno dei film in parte perché il suo nome contiene la lettera ‘V’, assente nell’alfabeto sillabico giapponese. Machiyama racconta che questo taglio a portato molte discussioni anche all’interno del team di sceneggiatori.

Nonostante le modifiche, Machiyama è convinto che gli spettatori apprezzeranno Attack on Titan, e soprattutto si identificheranno con il ‘nuovo’ Eren e il suo desiderio di fuggire dall’incubo a occhi aperti dei giganti:
“Tutti vogliono vivere in pace rintanati tra le mura, ma questo non è abbastanza per Eren. Lui vuole superarle.”

Attack on Titan uscirà il 1° Agosto, e sarà seguito il 19 Settembre da Attack on Titan: End of the World. Entrambi i film hanno la regia di Shinji Higuchi, e QUI potete trovarne gli ultimi trailer.

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui