Quando il cosplay diventa un lavoro…

Pubblicato il 19 Luglio 2015 alle 13:00

Singolari casi al San Diego Comic-Con 2015.

Bleedingcool.com riporta una delle stranezze, almeno per gli standard americani, del SDCC di quest’anno: molti cosplayers avrebbero chiesto “donazioni” per essere fotografati.

Alcuni avrebbero addotto come motivazione della richiesta di denaro raccolte benefiche, altri come “contributo” per la realizzazione del costume etc…

Seppure le richieste pare si aggirassero intorno a pochi dollari uno dei dirigenti del SDCC ha confermato che questo tipo di transazioni è illegale in California e che l’anno prossimo questo tipo di situazioni verrà monitorato molto da vicino.

Da sottolineare come lo stesso sito inglese evidenzia una netta dimunuizione di cosplayers alla convention che questo sia un segnale di ridimensionamento di un fenomeno che ha massicciamente preso piede anche nel nostro paese? Ed inizieranno anche i cosplayers nostrani a chiedere contributi per le fotografie?

 

Articoli Correlati

Josée, la Tigre e i Pesci uscirà anche in home video dopo il recente passaggio nei cinema. Il film dello studio Bones arriverà...

10/10/2021 •

17:02

Fire Force di Atsushi Ohkubo è da oltre un anno avviato verso la conclusione, come abbiamo avuto modo di segnalarvi. Si apprende...

10/10/2021 •

13:30

Tutte le uscite Marvel, Panini Comics e Disney del 14 ottobre, direttamente dal sito Panini; tutte le novità della casa...

10/10/2021 •

12:00