Una breve intervista di Harvey Smith ci rivela alcune notizie riguardo Dishonored 2.

Di certo quello di Dishonored 2 è stato uno degli annunci più interessanti per quanto riguarda l’E3 di quest’anno. Ma cosa possiamo aspettarci? Il Trailer di presentazione e le prime informazioni ci hanno già dato una vaga idea, idea che ora viene resa ancor più chiara da una breve intervista di Harvey Smith, Co-creative director del progetto, al The Guardian.

Sappiamo che sono passati ben 15 anni dagli eventi di Dishonored. Il regno è andato di nuovo in malora, Emily è stata allontanata dal trono e ora, con l’aiuto di Corvo (e dell’Esterno *coff-coff*), deve ri-impadronirsene.

“E allora ti chiedi, cosa è successo a quella piccola ragazzina? Nata tra i privilegi, immischiata in quella terribile tragedia e poi cresciuta da Corvo. Come sarebbe stata a 25 anni come imperatrice e subito dopo come una fuorilegge? Era una parte che senza sforza si chiamava da sé!”

Ma questo significa che Emily sarà nuovamente dipendente da Corvo? Come nel primo capitolo dove le sue azioni dipendevano in base a quelle di Corvo? A quanto pare proprio no! Emily è completamente autonoma in questo capitolo dove ne sarà l’assoluta protagonista.

“Se giocata come Emily sarà tutto nuovo. Lei hai i suoi propri poteri, le sue movenze ed animazioni omicide, così da sembrare diversa, sembra un personaggio molto più fine. All’interno del video [quello mostrato all’E3] vi abbiamo mostrato un potere chiamato Far Reach [una sorte di teletrasporto] che può essere potenziato in molti modi e cambia il vostro flusso di movenza all’interno del mondo. Ma se giocate con Corvo, avrete il suo set classico, i Ratti, la Possessione, il Rallentamento del Tempo – lui è più brutale di Emily, è un tizio alla vecchia”

Ricordiamo che Dishonored 2 è atteso per PS4, XBOX ONE e PC per il 2016.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui