Il giovane attore inglese è stato scelto per interpretare l’Arrampicamuri nell’Universo Cinematografico Marvel.

Variety e Hollywood Reporter hanno diffuso alcuni dettagli sui provini che hanno portato Marvel e Sony a scegliere Tom Holland per interpretare il nuovo Spider-Man cinematografico e sulla decisione di affidare a Jon Watts la regia del prossimo film sull’Arrampicamuri.

Spider-Man avrà solo un cameo in Captain America: Civil War che lo introdurrà nell’Universo Cinematografico Marvel prima di essere titolare di una nuova trilogia.

Gli studios hanno esaminato più di 1.500 attori per il ruolo. Inizialmente sono stati provinati degli sconosciuti dai 14 ai 18 anni. La ricerca si è poi allargata a giovani attori che hanno già esperienze alle spalle. Sarah Finn, casting director, ha aiutato a ridurre la lista a sei nomi: Tom Holland, Asa Butterfield, Judah Lewis, Matthew Lintz, Charlie Plummer e Charlie Rowe.

Successivamente, Butterfield, dato inizialmente per favorito, Holland, Rowe e Lintz sono volati sul set di Captain America: Civil War per sostenere degli screen test insieme a Robert Downey Jr. A quanto pare, infatti, Spider-Man avrà una scena con Iron Man. La scelta si è ristretta a Holland e Rowe ma solo il primo ha sostenuto un altro screen test con Chris Evans.

Per quel che riguarda il regista, la cerchia dei papabili comprendeva Jon Watts, Jonathan Levine e Ted Melfi. Gli ultimi due avrebbero lasciato perché si sono sentiti frustrati circa il processo di scelta degli studios. Tom Rothman, capo della Sony, ha così dato a Kevin Feige il benestare sulla scelta di Jon Watts.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui