USA, studentessa cerca di far bandire fumetti “osceni” dalla sua università

Pubblicato il 13 Giugno 2015 alle 11:22

Sandman, Fun Home, Persepolis e Y: The Last Man, inseriti nella bibliografia di un corso seguito dalla ragazza, sarebbero “Immondizia che nessuno dovrebbe leggere”.

Vi abbiamo raccontato come ogni anno le biblioteche americane ricevano centinaia di reclami per la presenza di fumetti che si discostano dall’idea preconcetta del medium come destinato esclusivamente ai bambini; e se effettivamente a volte i responsabili, sempre convinti di questo assunto, inseriscono nelle biblioteche di scuole elementari o medie del materiale a fumetti non adatto per dei lettori così giovani, non è decisamente questo il caso nella storia di oggi.

Parliamo infatti di un’università nello stato della California: qui il professor Ryan Bartlett tiene un corso di Letteratura Inglese incentrato “Sullo studio dei fumetti come validi esempi di letteratura” e della cui bibliografia fanno parte titoli  “Che parlano delle continue battaglie che caratterizzano la condizione umana”, ampiamente apprezzati dai lettori di tutto il mondo, come Sandman: Casa di Bambola, Fun Home di Alison Bechdel, Y: The Last Man di Brian K. Vaughan e Pia Guerra e Persepolis di Marjane Satrapi. Titoli che però sono sotto attacco da parte della studentessa 20enne Tara Shultz e dei suoi genitori, che hanno ufficialmente chiesto alle autorità del college di rimuoversi da qualsiasi curriculum universitario.

Persepolis
Persepolis

La Shultz sarebbe rimasta “scioccata” dai contenuti delle opere in questione, in cui non mancano violenza e nudità e giudicati “osceni” dalla ragazza; secondo le sue parole, leggendo che il corso (arrivato al suo terzo anno senza lamentele) prevedeva la lettura di fumetti si aspettava “Batman e Robin, non pornografia”. (Da queste parole capiamo che probabilmente non ha mai letto nemmeno Batman, almeno non negli ultimi 40 anni).

bechdel fun home
Fun Home

A dire il vero la Shultz si accontenterebbe di un avviso posto nella descrizione del corso che avverta che il materiale didattico presenta contenuti “adulti”, ma non ha nascosto che il suo obiettivo finale è vedere questi libri “Cancellati dal sistema […] Non voglio che vengano mai più usati in nessuna lezione. Voglio che nessuno debba più leggere questa immondizia.”

y_the_last_man_large
Y: L’Ultimo Uomo

Rimane un mistero come la studentessa, che intende laurearsi in Letteratura Inglese, pensasse di evitare per tutti gli anni di studi opere dai contenuti violenti. Prima o poi almeno una tragedia di Shakespeare le sarebbe capitata tra le mani. Avrebbe tentato di “eliminare” anche quella?

Articoli Correlati

Gotham Knights si rivela in un nuovo Gameplay e conferma l’uscita solo per PS5, Xbox One Series X/S e PC. Lo sviluppatore...

11/05/2022 •

18:00

Naruto è senza dubbio tra i manga di maggior successo degli ultimi 20 anni. Infatti la serie di Masashi Kishimoto ha segnato...

11/05/2022 •

17:30

L’utente di Twitter Luffys Mayie ha condiviso le adorabili foto di Mayumi Tanaka, la doppiatrice di Rufy, in cui non solo...

11/05/2022 •

17:00