L’attore inglese si è spento a 93 anni; nella sua lunghissima carriera è stato Dracula, lo stregone malvagio Saruman e il sith Dooku.

Con rammarico apprendiamo che l’attore inglese Christopher Lee (discendente però anche di una antica famiglia italiana) è deceduto a 93 anni in seguito a gravi problemi respiratori. Con la sua presenza scenica imponente (era alto 195 centimetri) e la sua voce profonda, Lee è stato per decenni l’attore a cui rivolgersi per interpretare cattivi che rimanessero impressi nella memoria.

Nato nel 1922, nel 1946 Lee inizia la sua carriera nel cinema e dopo dieci anni trova il ruolo che lo renderà celebre: dal 1957 è il Conte Dracula per le produzioni horror della britannica Hammer. Tra il mare di film in cui ha recitato (più di 280) ricordiamo anche The Wicker Man (1973), L’Uomo dalla Pistola d’oro (1974, qui è Francisco Scaramanga, nemico di James Bond) e in anni più recenti le trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit di Peter Jackson in cui porta sullo schermo lo stregone bianco Saruman, oltre agli Episodi II e III di Star Wars in cui interpreta il sith Conte Dooku.

Lee ha inoltre prestato la sua riconoscibile voce a diversi gruppi metal per le parti narrate dei loro dischi (la riedizione di Battle Hymns dei Manowar, Symphony of Enchanted Lands II degli italiani Rhapsody of Fire) e alla serie di videogiochi Kingdom Hearts, sempre come narratore.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui