Un portavoce della Sony fa sapere che il destino di Vita non è ancora stato “scelto” come sostengono in molti, anzi.

PS Vita, la console portatile di casa Sony, ha di certo vissuto un lungo periodo di magra che è stato spesso ribadito in molti casi. Tuttavia, in seguito all’affermazione di Andrew House (Sony Computer Entertainment Chief Executive) riguardo al fatto che non ci fossero piani per il mercato portatile nel 2015 da parte di Sony definendo Vita “una piattaforma d’eredità” (facendo quindi intuire che Sony non avesse più intenzione produrne), un portavoce Sony si è fatto avanti per “spiegare” tali affermazioni.

Secondo il portavoce, ciò che Andrew intendeva dire con questa sua affermazione era che una prima parte della componente di PS Vita della prima generazione è stata cancellata, cioè non è più disponibile sul mercato. Questo però non si riferiva alle attuali PS Vita che sono ancora disponibili. Il portavoce ha poi insistito sul fatto che il mercato portatile di Sony continuerà e che molti user stanno proprio ora godendo del supporto e della connessione remota tra PS4 e PS Vita.

Per quanto tali affermazioni possano essere vere o meno, ciò che dovrebbe stimolare un giocatore all’acquisto di una console sono I TITOLI che comunque non si vedono in gran manna su PS Vita la quale rivaleggia, senza molti risultati, con la console portatile di casa Nintendo. Basterà adoperare questa console come mero accessorio per PS4 per poterne garantire un futuro prospero?

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui