Pubblicata un’interpretazione oscura del classico per le famiglie dello Studio Ghibli.

L’immagine di Totoro, emblema dello studio di Hayao Miyazaki e Isao Takahata, difficilmente viene associata a qualcosa di ‘maligno’. Eppure c’è chi ha dato un’interpretazione oscura al personaggio, paragonandolo a uno shinigami — un dio della morte — e dando al film significati da pellicola del brivido:

“Il rumor afferma che Totoro è il dio della morte, così le persone che possono vederlo sono vicine alla morte o già morte. Per la storia questo significa che quando Mei scompare e un sandalo viene ritrovato nello stagno Mei è veramente affogata.
Quando a Satsuki viene chiesto del sandalo, non riesce ad affrontare la realtà e mente dicendo che non appartiene a Mei. Così Satsuki va alla ricerca disperata di Totoro, lo chiama e apre lei stessa la porta del regno dei morti.
Con l’aiuto di Totoro trova la sorella morta e insieme vanno all’ospedale dove è ricoverata loro madre. Là l’unica persona che si accorge che le sorelle sono lì è la madre, anch’essa in procinto di morire.
E nella scena finale Satsuki e Mei non proiettano ombra.”

La teoria va oltre, ricollegandosi al caso di omicidio noto come L’Incidente di Sayama in cui nel Maggio 1963 due sorelle sono morte e una delle due avrebbe visto un gatto prima di suicidarsi. Il Mio Vicino Totoro è ambientato a Sayama ed entrambe le sorelle protagoniste richiamano il mese di Maggio nei loro nomi — Satsuki significa Maggio in giapponese antico, mentre Mei è la traslitterazione dell’inglese May; inoltre in Giappone vi è la sindrome di Maggio, una sorta di depressione che colpisce studenti e impiegati che hanno difficoltà ad ambientarsi nel nuovo contesto scolastico o lavorativo: e nel film le ragazzine si sono appena trasferite nella nuova zona.

Queste teorie non sono nuove ma continuano a suscitare discussioni, nonostante siano state smentite già qualche anno fa dallo Studio Ghibli che nega ci siano basi secondo cui Totoro possa essere il dio della morte o che Mei sia morta. Inoltre, a proposito delle ombre mancanti, lo studio ha affermato che si è trattata di una scelta degli animatori, i quali non le hanno considerate necessarie in quella scena.

 

 

E voi cosa ne pensate?

Fonte: Kotaku

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui