La serie partirà il prossimo autunno su Starz.

Il regista e produttore Sam Raimi, il produttore Rob Tapert e l’attore protagonista Bruce Campbell, interprete di Ash, hanno preso parte ad una conferenza con alcuni giornalisti ospiti sul set di Ash vs. Evil Dead e hanno rilasciato dichiarazioni interessanti.

Sulla continuity con la saga cinematografica, Sam Raimi ha dichiarato: “Non siamo esattamente nello stesso universo. E’ leggermente diverso. La serie si svolge in una specie di universo alternativo dopo La Casa 2. Questa risposta può creare un po’ di confusione ma non voglio rivelare troppo al pubblico ed è la risposta più sincera che io possa dare. Vogliamo che la serie funzioni anche per quelli che non hanno visto i film.”

Sul tono della serie, Raimi: “Sarà un po’ horror e un po’ commedia. Abbiamo elementi dei film di Evil Dead che sono sempre stati horror realizzati per spaventare il pubblico. Starz ci ha dato la libertà di prendere le redini e cercare di spaventare il pubblico. Ma c’è anche un elemento comico e pensiamo che sia quello che è sempre piaciuto di più al pubblico. Abbiamo capito che è stato Bruce Campbell a farlo funzionare. All’inizio era diventato il protagonista del secondo film solo perché era l’ultimo sopravvissuto del precedente, era il nostro migliore amico e l’unico attore col quale abbia mai lavorato. Poi abbiamo iniziato a capire che al pubblico piaceva e che era lui a rendere il film così speciale. Il secondo era tutto incentrato su di lui e abbiamo tirato fuori la forza naturale di Bruce. Con L’armata delle tenebre abbiamo capitalizzato le sue capacità comiche. Qui abbiamo provato a riportare il tono horror dei primi due film ma con il personaggio che Bruce ha creato nel secondo e nel terzo. E’ una combinazione dei tre che non abbiamo visto prima.”

Ci saranno nuovi deadites e nuove creature. Tapert: “Stiamo cercando di espandere l’universo quindi incontreremo deadites molto diversi e altre forze del male. E poi presenteremo nuove entità che non abbiamo mai incontrato prima. Il pubblico sarà sorpreso.”

Bruce Campbell: “Si tratta di una serie tv e non di un film, quindi bisogna strutturare tutto in maniera diversa. Bisogna creare un mondo più ampio perché il pubblico chiede di essere intrattenuto ogni settimana. Sarà una storia più grande.”

Campbell è intervenuto anche sugli effetti visivi: “Non sarà una versione edulcorata di Evil Dead. Il primo e il secondo film non erano per ragazzini. La Starz non ci ha posto restrizioni. I fans di Evil Dead vogliono roba forte e la avranno.”

Ash tornerà ad usare la motosega. Raimi scherza: “Bruce l’ha conservata per trent’anni, in caso fosse stata realizzata la serie tv. Ha vissuto nella paura del ritorno dei deadites ed ha tenuto oliata quella vecchia motosega arrugginita. La vedremo tornare ruggendo per affettare i deadites.”

Campbell: “E’ importante non usare effetti sonori digitali ma analogici. Qualcosa che è stato registrato su nastro. Il digitale ha un suono molto pulito ma non è aggressivo nel modo giusto. Spero di avere una registrazione del 1979. Forse lo ruberemo dal film originale.”

Campbell parla del ritorno di Ash: “E’ potenzialmente sbandato. E’ il nostro eroe e mi piace in quanto attore. Abbiamo un leader che, ne L’Armata delle Tenebre, è stato responsabile della morte di centinaia di persone perché non ha ricordato tre parole. Questo è il tizio che deve salvare il mondo e mi entusiasma vedere cosa accadrà.”

Raimi: “Non è più nobile e non è migliorato dall’ultima volta che l’abbiamo visto. Anzi, credo sia peggiorato. E’ invecchiato un po’ ed è sprofondato nei suoi bassi istinti. E’ da quel punto così in basso che il nostro eroe dovrà nascere.”

I deadites sono rimasti in attesa. Raimi: “I deadites hanno dormito negli ultimi venti o trenta anni e Ash ha tenuto il profilo basso. La nostra storia inizia quando i deadites ritornano e qualcuno deve affrontarli. Ovviamente sarà Ash la causa del loro ritorno.”

Tapert ha elencato gli altri registi della serie: “Abbiamo il britannico Michael Bassett, il canadese David Frazee (Orphan Black), il neozelandese Michael Hurst, l’australiano Tony Tilse e il mio collaboratore di lunga data Rick Jacobson dirigerà la season finale.”

Negli ultimi trent’anni, Ash ha evitato responsabilità, maturità e il terrore delle forze del male. Quando una piaga di non morti minaccia di distruggere l’umanità, Ash è costretto ad affrontare i suoi demoni, personali e letterali.

Santiago interpreterà Pablo Simon Bolivar, un immigrato idealista che diventa la leale spalla di Ash e crede nel suo eroismo anche se Ash non crede in se stesso.

DeLorenzo sarà Kelly Maxwell, una ragazza impetuosa che cerca di sfuggire al suo passato. Capitata suo malgrado nella lotta contro i non morti Kelly troverà un nuovo tipo di famiglia in Ash e Pablo.

Il pilot è diretto da Sam Raimi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui