Un popolare seinen manga horror sci-fi, recentemente animato da Madhouse.

Di tanto in tanto vengono a galla dei progetti, quali quello di Pippi Calzelunghe, che Hayao Miyazaki avrebbe voluto sviluppare ma che per un motivo o per un altro non hanno purtroppo visto la luce. In un recente pod-cast il co-fondatore dello Studio Ghibli Toshio Suzuki rivela quale manga anni fa il regista e lo studio erano intenzionati a trasporre in un film animato.

Si tratta del celebre Kiseiju — L’ospite indesiderato di Hitoshi Iwaaki, che dallo scorso autunno ha visto un fiorire di trasposizioni in anime e live action. Come spiega Suzuki a Genki Kawamura, che ha prodotto i film dal vivo tratti dal manga recentemente recuperato da Goen per l’Italia, sia Miyazaki sia egli stesso apprezzano molto l’opera originale che ritengono essere molto interessante.

Kiseijuu sei no kakuritsu visual

Kawamura, inizialmente sorpreso perché i temi del manga non sembrerebbero sposare la sensibilità Ghibli, ammette che alcuni elementi di Kiseiju ricordano Nausicaä della Valle del Vento — una considerazione che trova d’accordo Suzuki.

Il progetto è naufragato perché all’epoca i diritti erano in mano a Hollywood: soltanto due anni fa sono ritornati in Giappone. Troppo tardi per un Miyazaki già deciso a ritirarsi dalla regia dei lungometraggi.

Fonte: Kotaku

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui