La lezione di oggi: i porno non sono guide turistiche, né tutorial sulla vita del paese in cui sono ambientati.

Ricordate il caso recente dell’italiano in arresto per aver baciato una sconosciuta (o forse di più) su di un treno giapponese? Allora il nostro connazionale si giustificò dicendo che nel Bel Pese è normale presentarsi con un bacio e si stupì dell’intransigenza nipponica. Oggi parliamo di alcuni casi simili, ma in cui i colpevoli hanno citato in loro difesa la… copiosa produzione giapponese di materiale per adulti.

Ben tre turisti (sconosciute le nazionalità, ma almeno uno proveniente dalla Cina) sono stati infatti fermati dalla polizia in momenti diversi e per reati diversi seppur della stessa natura: uno per aver fotografato sotto le gonne di alcune passanti su una scala mobile, un altro per aver palpeggiato una donna in un negozio di accessori per adulti e il terzo per aver cercato di sollevare il vestito di una passeggera in metropolitana.

ryo saeba city hunter

Tre comportamenti sicuramente sbagliati e legalmente punibili nei loro paesi d’origine, ma che curiosamente (…) i tre credevano fossero permessi in Giappone: del resto, hanno dichiarato alle autorità, li avevano visti replicati più volte in video e manga pornografici. Uno dei maniaci avrebbe addirittura affermato: “Avendo visto porno giapponesi, pensavo che le persone qui fossero di mentalità aperta riguardo al sesso. Pensavo ci fossero molestatori dappertutto”. Forse è vero, ma non significa che restino impuniti: per reati del genere, nel caso si arrivasse a un processo, i tre turisti rischierebbero fino a 500.000 yen (circa 3.900 euro) di multa e 6 mesi di prigione, che potrebbero diventare anche 10 anni se fosse stata usata violenza (a margine: se la tua difesa è “sono un molestatore, ma pensavo lo fossero tutti”, forse hai sbagliato qualcosa).

tadao perv

La vostra fiducia nell’umanità è diminuita un po’ dopo questa notizia? Consolatevi con un’altra storia, questa volta buffa e simpatica, su gaijin, giapponesi e metropolitane: quella del disegnatore colpito dal comportamento di alcune ragazze italiane sui nostri mezzi pubblici, che vi abbiamo raccontato QUI.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui