Lo scherzo delle due case editrici ha avuto un seguito: ecco alcune valutazioni di saldaPress.

Mercoledì primo aprile Bao Publishing e saldaPress hanno comunicato, dalle rispettive pagine Facebook, un’iniziativa legata a Lucca Comics & Games 2015, ma che si è poi rivelata essere, come in verità molti hanno sospettato, un pesce d’aprile.

In sostanza le due case editrici avevano comunicato che durante la prossima edizione della manifestazione lucchese avrebbero condiviso un intero ed esclusivo padiglione, Cliffhanger, che avrebbe permesso a tutti i lettori di immergersi totalmente nei titoli portati in edicola, in fumetteria e in libreria in questi anni. Non solo: «Proprio dentro il padiglione Cliffhanger lanceremo la prima serie a fumetti prodotta da saldaPress e Bao e destinata alle edicole» avevano aggiunto.

Puntuale, il giorno seguente, è arrivata da parte di saldaPress la smentita, che però contiene alcune interessanti precisazioni. «È stato bello ed era un pesce d’aprile (alcuni di voi l’hanno sospettato). Non è stato solo bello, però. È stato anche significativo, utile e parzialmente vero» si legge sulla pagina Facebook della casa editrice di Reggio Emilia.Cliffhanger 2

«Cliffhanger non esiste, d’accordo. Noi e gli amici di Bao Publishing non allestiremo un padiglione tutto nostro a Lucca. Ma abbiamo intenzione di continuare a collaborare e lo faremo davvero: ad esempio, all’inizio di maggio daremo vita alla seconda edizione di Bitubì, l’inconsueto incontro tra case editrici e fumetterie per discutere dei problemi del mercato del fumetto, proporre soluzioni e immaginare un futuro più agevole e intelligente per tutti. Soprattutto per voi lettori».

Del resto, la notizia data il primo aprile non ha mancato di suscitare grande entusiasmo nei lettori che vi avevano prestato fede, e anche questo fa riflettere in casa saldaPress: «L’entusiasmo con cui avete accolto l’ipotesi di Cliffhanger è reale e, appunto, significativo. Per noi significa che apprezzate il lavoro che stiamo compiendo, significa che avete voglia di cose nuove, che la direzione intrapresa è quella giusta. Perciò il pesce d’aprile è stato utile e dobbiamo ringraziarvi. Grazie per averci dimostrato che collaborare è la strada giusta e per averci fatto capire che un’ipotesi come quella di Cliffhanger, sebbene immaginaria, è animata dallo spirito giusto. E grazie perché continuate a sostenerci e a leggere i nostri libri».

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui