Jiro Taniguchi
Quartieri lontani

UN MAESTRO DEL FUMETTO GIAPPONESE NARRA IL RITO DI PASSAGGIO DALL’INFANZIA ALLA MATURITA’. UN RACCONTO DELICATO E POETICO

NUOVA EDIZIONE INTEGRALE, CON UNA CONVERSAZIONE TRA IGORT E JIRO TANIGUCHI
DA QUESTO GRAPHIC NOVEL IL FILM “QUARTIERI LONTANI” DI SAM GARBARSKI, IN USCITA NEL 2011 NELLE SALE ITALIANE.

NOVITA’ TITOLO: Quartieri lontani
AUTORE: Jiro Taniguchi
NUMERO DI PAGINE: 416, bianco e nero
FORMATO: 17 x 24
PREZZO: 19,50 euro
EDITORE: Coconino Press – Fandango
USCITA: Dicembre 2010

Esce l’edizione definitiva del capolavoro del maestro del manga giapponese Jiro Taniguchi. Dopo un viaggio di lavoro, Hiroshi Nakahara capita sul treno sbagliato e finisce nel suo paese d’origine. Mentre visita la tomba di famiglia improvvisamente accade qualcosa di strano e Hiroshi si ritrova nel passato, nel corpo di se stesso a 14 anni. Una seconda possibilità per rivivere la propria adolescenza con la consapevolezza e la memoria di un adulto, ma anche un’occasione per indagare sui nodi irrisolti del proprio passato e sulla misteriosa scomparsa del padre. Taniguchi racconta questo particolarissimo romanzo di formazione con una sensibilità, umana e artistica, davvero straordinaria. Coconino Press raccoglie in un unico volume il suo graphic novel più lirico e introspettivo.

“Quartieri lontani”, un successo internazionale, è diventato di recente anche un film per la regia del regista cult Sam Garbarski (“Irina Palm”), con Pascal Gregory, Leo Legrand e Alexandra Maria Lara. Pur spostando l’ambientazione dal Giappone alla Francia di oggi, Garbarski mantiene intatta l’atmosfera fiabesca, riflessiva e malinconica del fumetto. Appena uscito in Francia e presentato in anteprima all’ultimo Festival del cinema di Roma, il film è una coproduzione franco-belga (titolo originale “Quartier lointain”) e approderà nei primi mesi del 2011 nelle sale italiane.


L’AUTORE

Jiro Taniguchi è uno dei maestri internazionali del graphic novel e della narrazione a fumetti. Una scoperta recente per l’Europa, che non ha tuttavia mancato di celebrarlo, consacrandolo nell’olimpo dei grandi narratori. I suoi romanzi a fumetti godono di un grande successo di pubblico e lo stesso Taniguchi è oggi di casa in Francia. Dell’autore Coconino Press ha pubblicato: la saga in dieci volumi “Ai tempi di Bocchan”, sulla storia del Giappone a cavallo tra ’800 e ’900, che Taniguchi ha disegnato sui testi del romanziere Natsuo Sekikawa; il fantascientifico “Icaro”, in due volumi in collaborazione con il francese Moebius; i graphic novel “L’uomo della tundra”, “La ragazza scomparsa” e “Un cielo radioso”.


Coconino Press

Nata nel 2000 da un progetto di Igort e Carlo Barbieri, Coconino Press è la casa editrice che ha fatto conoscere in Italia i capolavori internazionali del romanzo a fumetti. Fra graphic novel e comics d’autore, la Coconino presenta le firme più importanti del fumetto, un linguaggio narrativo diffuso in tutto il mondo. Igort, Lorenzo Mattotti, David B, Gipi, José Munoz, Jiro Taniguchi, Sergio Staino: il catalogo della Coconino conta oltre 250 titoli ed è in costante espansione, per raccontare da vicino l’evoluzione dell’arte del fumetto.


FANDANGO LIBRI

La Fandango Libri nasce nel 1999 nell’ambito della casa di produzione e distribuzione cinematografica Fandango di Domenico Procacci. Nel 2005 diventano soci della casa editrice gli scrittori Alessandro Baricco, Carlo Lucarelli, Edoardo Nesi, Sandro Veronesi e la sceneggiatrice Laura Paolucci. Nel corso degli anni la Fandango ha pubblicato autori come David Foster Wallace e Anna Politkovskaia, John Cheever e Alessandro Baricco. Oltre ad occuparsi di narrativa e di reportage, Fandango Libri negli ultimi anni ha cominciato ad occuparsi di fumetti, con la riproposizione integrale dell’opera di Andrea Pazienza e le pubblicazione di alcuni capolavori di Will Eisner, maestro indiscusso del graphic novel. Il direttore editoriale è Mario Desiati.

telegra_promo_mangaforever_2

5 Commenti

  1. Lo so che in parecchi hanno l’edizione Rizzoli ma è da comprare questa edizione sul serio. Sul film….mi dovrei cucire la bocca – ho curato per Animeclick le note – ma le recensioni si dividono in due gruppi quelle fumettistiche sono entusiaste, quelle dei critici cinematografici più severi… bhè ululano al disastro ( “Inutil” lapidaria affermazione dell’Express! :roll: ) Personalmente credo che sia un buon film per un’opera difficile da realizzarsi. Confermo che esce nel 2011..lettosu D di Repubblica, c’era un’intervista..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui