Promuovono gli eventi primaverili delle due serie, entrambe pubblicate in Giappone da Fujimi Shobo e in Italia da Planet Manga.

Una Primavera sotto i riflettori per le trasposizioni animate di due apprezzate serie della scuderia Fujimi Shobo., costola del grande gruppo Kadokawa che ha in catalogo importanti saghe come Slayers e Full Metal Panic!. Ad Aprile debutterà High School DxD BorN, terzo anime tv tratto dalle light novel originali di Ichiei IshibumiMiyama-Zero che hanno ispirato il manga di Hiroji Mishima in corso su Dragon Age; il 31 Maggio, invece, sarà la volta dello ‘School Festival’, evento speciale dedicato alla riduzione animata di Trinity Seven – L’Accademia delle Sette Streghe, dall’omonimo manga del duo Kenji Saitou/Akinari Nao serializzato anch’esso su Dragon Age, che prevede esibizioni dal vivo dei doppiatori e di ZAQ, interprete della sigla di apertura.

trinity seven special event

 

Per tenere viva l’attenzione su questi progetti, Rias Gremory e Lilith Asami hanno unito le forze per questa speciale illustrazione di San Valentino:

high school dxd x trinity seven

Entrambi i manga sono pubblicati in Italia da Panini:

Trinity Seven – L’Accademia delle Sette Streghe
Kasuga Arata conduce un’esistenza tranquilla. Fino al giorno in cui compare una misteriosa maga in città e la sua realtà subisce un radicale cambiamento: i suoi amici, la sua vita, tutto ciò che lo circonda vacillano sotto i raggi di un inquietante sole nero… Dalla storia di Saitou Kenji e dal pennino di Nao Akinari, un’avventura magica che strizza l’occhio a Harry Potter!

High School DxD
Essere studenti delle superiori è difficile. Dover superare l’imbarazzo del primo appuntamento con una bella ragazza lo è ancora di più. Morire per mano sua, be’… questo è del tutto fuori scala! Ma per Issei Hyodo non è ancora finita, visto che un demone lo resusciterà per farne il suo schiavo! Una tragedia? Dipende dal demone!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui