Dalla pagina Facebook ufficiale l’editore riepiloga la situazione di molti titoli previsti ma non ancora usciti e spiega le ragioni del prolungato stallo editoriale.

«Complice l’aumento della mole di lavoro, son stato latitane». Con queste parole Enrico De Stefano, web content manager di Goen, inizia una comunicazione importante rivolta a tutti i lettori. Anzitutto, un impegno: «Mi impegno a rispondere ad ogni post ogni sera intorno alle 18 e sempre più di frequente fino a rientrare a regime».

Segue, ovviamente, la notizia che la casa editrice non ha affatto chiuso, come paventato da qualcuno: «Goen non ha chiuso. Semplicemente, come riportato anche su Mega (nostro canale di promozione ufficiale), a marzo son previste solo ed esclusivamente riproposte (al fine di riallineare la produzione)… per prassi, non elenchiamo mai le riproposte nelle uscite del mese. Anzi, sul prossimo numero di Mega (il 212, febbraio), dovrebbero esserci una valanga di nuove proposte».

L’annuncio su Facebook, come ovvio, ha scatenato decine e decine di commenti e proprio da questi estrapoliamo altre importanti notizie che riguardano la casa editrice. «Risponderemo col lavoro a chi si lamenta delle poche uscite. L’inizio dell’anno ha visto un ampliamento dello staff che garantirà l’incremento produttivo. Le vecchie serie torneranno (anche perché poi dal Giappone ci chiuderebbero le porte in faccia, anziché darci diritti importanti come Versailles No Bara, per citare l’ultima acquisizione eclatante), ma c’è una dinamica particolare (che non possiamo descrivere per motivi contrattuali) che mette in stallo diverse situazioni. Ma risolveremo anche quello».

Goen-2014

E ancora: «Le uscite son rallentate per una riorganizzazione generale. La latitanza web è dovuta al fatto che chi risponde lavora per RW e non solo come Web Content Manager. Il ritmo sarà di circa 15 pubblicazioni mensili. La struttura adesso c’è. Abbiamo una calendarizzazione serratissima delle lavorazioni e abbiamo regolarizzato molte situazioni redazionali che ci renderanno regolari, compatibilmente con eventuali intoppi nella filiera produttiva» scrivono ancora da Goen, concludendo: «Non è possibile fare solo cose vecchie per questioni contrattuali. Doseremo vecchio e nuovo. Siamo in fase recupero dei volumi annunciati ma non ancora usciti».

Infine, arriva anche un elenco di titoli in uscita:

  • Karakuri: problema tipografico, ma è in uscita;
  • Holyland: chiuso un volume qualche settimana fa;
  • Suicide Island credo arriverà dopo Holyland;
  • Heureka arriva ad aprile;
  • Detroit Metal City è uscito la scorsa settimana;
  • Il primo volume di Sam il ragazzo del west l’ho visto in lavorazione la settimana scorsa;
  • Nobunaga Oda dovrebbe essere pronto per la stampa;
  • Per la Vampire Collection ci sono alcune cose da chiarire con l’editore;
  • Supplement riprenderà;
  • Midnight Secretary è in lavorazione;
  • Stiamo sbloccando la situazione relativa a Ze;
  • Alice Academy: è una situazione che dobbiamo sbloccare con l’editore giapponese riguardante alcuni prodotti speciali legati al titolo. Alice Academy è uno dei nostri maggiori successi, lo stallo non piace manco a noi.
telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui