Quattro le uscite inedite della settimana, una sola la ristampa.

L’anno nuovo per la Sergio Bonelli Editore si apre venerdì 2 gennaio con il numero 196 di Julia, “La casa della mummia”. Nel mensile dalle macerie di una casa emerge un cadavere mummificato: per Julia c’è un cold case da risolvere! L’albo ha soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Lorenzo Calza, disegni di Claudio Piccoli e copertina di Cristiano Spadoni.

Quando la vecchia casa del romanziere Bertrand Hayes crolla improvvisamente su se stessa, dalle macerie non riemerge solo lo scrittore, ferito e spaventato, ma anche il corpo mummificato di una donna. Hayes viene interrogato sulle origini di quel cadavere, ma non sa dare spiegazioni, negando di essere a conoscenza della sua presenza nella villa. Julia, grande ammiratrice dello scrittore, si mette a indagare sul passato dell’uomo, dal quale emergono verità nascoste che portano la criminologa di Garden City sulle tracce dell’assassino.Julia 196

Stesso giorno d’uscita per “La rivolta”, albo mensile numero 594 di Zagor in cui assistiamo a una disperata missione di soccorso tra le mura di quello che è definito “Inferno dei Vivi”. Nella prigione di Hellgate scoppia la rivolta: i detenuti uccidono gran parte delle guardie e ne prendono in ostaggio altre. Tra i prigionieri, il direttore del penitenziario e la figlia di un generale dell’esercito che casualmente si trovava in visita nel carcere.

Le autorità rifiutano ogni trattativa con il capo dei ribelli, lo spietato Legion, e con il suo braccio destro, un misterioso galeotto dal volto incappucciato soprannominato Boia. Per questo viene imposto un ultimatum per il rilascio degli ostaggi, allo scadere del quale la prigione verrà cannoneggiata dai militari. In un estremo tentativo di salvare le vite degli scudi umani, Zagor riesce a penetrare tra quelle mura. L’albo ha testi di Samuel Marolla e disegni di Paolo Bisi. La copertina, al solito, è firmata da Gallieno Ferri.Zagor 594

Sabato 3 gennaio sarà la volta di Dampyr nel cui mensile numero 178 assisteremo, dagli abissi dello spaziotempo, a un crescendo di sorprese e orrori. Rapiti dentro la sinistra “casa sull’orlo del mondo”, Harlan, i suoi amici e la misteriosa sconosciuta da loro soccorsa sono totalmente in balìa dei piani di Sho-Huan. Qual è il suo reale obiettivo? Che cosa vuole ottenere da Harlan? E qual è l’identità dell’enigmatica ragazza ferita?

Tra svolte imprevedibili e battaglie all’ultimo sangue contro le creature che vivono in spaventosi mondi paralleli, la casa arriverà alla destinazione finale… verso un incontro che il Dampyr aveva in ogni modo cercato di evitare. L’albo, intitolato “I vagabondi dell’infinito”, ha firme di Mauro Boselli (soggetto e sceneggiatura), Alessandro Bocci (disegni) ed Enea Riboldi (copertina).Dampyr 178

Sempre sabato arriverà nelle edicole anche il quarto albo mensile dell’ultima collana nata in casa Bonelli, Adam Wild. “L’anello mancante” racconta di come al mercato degli schiavi si può trovare una strana creatura: metà uomo, metà scimmia. Si tratta di un ominide primitivo, sopravvissuto all’evoluzione della specie? Lo hanno messo in vendita due ex schiavi, liberati da Livingstone, che ora sono diventati a loro volta schiavisti.

Due clienti si fanno avanti, ciascuno all’insaputa dell’altro. Uno è Frankie Frost, che procura bizzarrie esotiche ai circhi, l’altro è Adam Wild, che lo schiavismo intende stroncarlo, opponendosi al traffico di qualsiasi creatura e a chiunque la metta in vendita. L’albo è firmato da Gianfranco Manfredi (testi) e Laci (disegni) con copertina di Darko Perovic.Adam Wild 4

Sul fronte ristampe l’unico appuntamento è con la quindicinale Tex Nuova Ristampa che mercoledì 31 dicembre restituisce al grande pubblico il numero 367 della serie regolare delle avventure del ranger, “Agguato nella miniera”, originariamente uscito nel maggio del 1991 con soggetto e sceneggiatura di Claudio Nizzi, disegni di Fernando Fusco e Fabio Civitelli e copertina di Aurelio Galleppini. I pards e Montales, con Cobra Galindez e il fido Padre Elías, liberano Tex dal governatorato di Chihuahua, ignari di cadere in trappola.

Galindez è infatti un traditore, che ha barattato la sua immunità con la pelle di Montales, destinato a perire con i gringos durante un agguato alla miniera di Corvada, garantita dal vile bandito come un covo sicuro. Cobra non ha però fatto i conti con la sua amante, Conchita, che lo aveva udito complottare con i cospiratori. E ora, seppur incarcerata, riesce ad avvisare Padre Elias, che si precipita a dare l’allarme perché fallisca la macchinazione. Nell’albo da pagina 5 a 36 si conclude l’avventura precedente con disegni di Fusco; da pagina 37 a 114 si sviluppa “Agguato nella miniera”, con disegni di Civitelli.Tex 367

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui