Gen di Hiroshima, in libreria il più importante romanzo storico giapponese sul dopobomba

Pubblicato il 15 Novembre 2014 alle 16:00

001 Edizioni/Hikari pubblica l’intensa e drammatica testimonianza autobiografica della catastrofe nucleare avvenuta a Hiroshima nel 1945.

Tradotto in 17 lingue e adattato per il cinema e la televisione, 001 Edizioni/Hikari porta finalmente in Italia la versione integrale di Gen di Hiroshima, una delle più intense e drammatiche testimonianze autobiografiche della catastrofe nucleare avvenuta a Hiroshima nel 1945, durante la Seconda Guerra Mondiale. Il suo autore, Keiji Nakazawa, poco più che bambino all’epoca, racconta la perdita della propria famiglia in seguito allo scoppio della bomba atomica e le conseguenze della catastrofe sulla popolazione giapponese.

gencover

001 Edizioni/Hikari offre al pubblico italiano questo grande classico in 3 volumi arricchiti da una nuova traduzione e un importante apparato critico, a firma di Marcella Mariotti e Tiziana Vaschi dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, e realizzati in collaborazione con la Japan Foundation, l’Istituto Giapponese di Cultura.

Il manga di Keiji Nakazawa oltre a fornire una cronaca spietata della disumana quotidianità del dopobomba, rappresenta un appassionato grido di ribellione contro ogni forma di conflitto, ritraendo i devastanti effetti della bomba atomica sulle vite della popolazione giapponese con l’obiettivo dichiarato di ricordare ciò che è accaduto affinché non si ripeta mai più. L’opera è stata adattata in una trilogia cinematografica tra il 1976 e il 1980, in due film d’animazione (rispettivamente del 1983 e del 1986) e in una fiction televisiva nel 2007. Nazakawa, dal canto suo, è stato protagonista di due documentari: White Light/Black Rain: The Destruction of Hiroshima and Nagasaki, prodotto dalla HBO nel 2007 e diretto da Steven Okazaki, e Barefoot Gen’s Hiroshima (2011), diretto da Yuko Ishida.

La presentazione del volume è in programma giovedì 11 dicembre presso Ca’ Foscari (aula magna Ca’ Dolfin). All’evento, coordinato dalla professoressa Marcella Mariotti, parteciperanno l’editore Antonio Scuzzarella e i maggiori esperti di letteratura sulla bomba atomica. Gen di Hiroshima è firmato da Keiji Nakazawa e conta 1104 pagine in bianco e nero e a colori. Si tratta di un cartonato olandese al prezzo di 42 euro.

La cosa più orribile era la crescita delle larve in mosche. C’erano così tante mosche! Diventata tutto così nero che quasi non potevi aprire gli occhi. E ti attaccavano! Nonostante la bomba atomica, le mosche aumentavano. È strano, ma le larve erano velocissime. In un batter di ciglia erano ovunque. Orribile, davvero. E quelle larve crescevano in quel modo nei corpi delle persone! Se ti chiedevi cosa fossero quelle macchie che si muovevano nel cielo, era stormi di mosche. Le sole cose che si muovevano a Hiroshima erano le fiamme dei corpi bruciati e le mosche in sciami.

Articoli Correlati

La notizia che emerge dell’ultimo Connect pubblicato dalla DC Comics è che la serie Wonder Girl di Joelle Jones chiude con...

15/01/2022 •

17:45

Scorrendo la lista delle uscite Panini Comics di Marzo 2022 bisogna sicuramente segnalare l’edizione definitiva di Rat-Man, la...

15/01/2022 •

16:27

La DC ha annunciato la pubblicazione di Flashpoint Beyond, undici anni dopo l’uscita di Flashpoint, la storia in cui Flash ha...

15/01/2022 •

14:27