Daredevil: lo showrunner Steven S. DeKnight parla della serie e della seconda stagione

Pubblicato il 13 Settembre 2014 alle 14:30

La webserie sarà realizzata per Netflix.

Daredevil (3)

Intervistato da Paste Magazine, Steven S. DeKnight, showrunner della serie, ha dichiarato: “Volevamo realizzare una versione di Daredevil che fosse più realistica possibile. Fa parte del personaggio di Daredevil. Ciò che rende Matt Murdock un gran personaggio è che non è superforte, non è invulnerabile, è solo un uomo che ha spinto se stesso oltre i limiti, ha solo dei sensi migliori rispetto ai normali esseri umani. E’ umano. L’altro aspetto di questo personaggio che mi attrae è che si tratta del più moralmente ambiguo degli eroi.”

“Di giorno fa l’avvocato e rispetta il suo giuramento. Ma ogni notte infrange quel voto e fa delle cose davvero violente. Un’immagine che ho sempre avuto in testa viene dalla run di Elektra scritta da Frank Miller nella quale Daredevil tiene Bullseye sospeso sulla strada e lo lascia precipitare perché non vuole che uccida ancora. L’ho letto quando ero giovane e non avevo mai visto niente del genere nei fumetti. Superman cattura i cattivi e li porta in carcere. In questo caso l’eroe non lo ha fatto. E’ una zona moralmente ambigua che trovo assolutamente affascinante. Questo personaggio ha due volte. Gli manca solo una giornata storta per diventare il Punitore. Frank Castle si è spinto solo un pochino oltre quanto abbia fatto lui. Daredevil non si fa problemi a pestare a sangue qualcuno. Non li intrappola con la sua ragnatela. Rischia quasi di uccidere qualcuno. Ed è una bella linea di confine. Perché non la supera? Mi sono sempre piaciuti gli eroi fallibili, gli eroi umani.”

“I ragazzi di Netflix sono stati fantastici. Incoraggiano in maniera fenomenale la creatività. Sulla libertà che ho, invece, è un altro discorso perché è una proprietà della Marvel e ci sono restrizioni che bisogna accettare. Mi sta bene, capisco perfettamente. Mi sono spinto il più lontano possibile, ovviamente, ma devo anche rispettare il fatto che questo personaggio è in giro da decenni. Sono rimasto sorpreso di come tutti abbiano voluto conferire un nuovo approccio al personaggio e spingerlo dove volevamo.”

“Onestamente non ho idea di dove andrà a parare la serie in futuro. Va oltre il mio ingaggio. E’ complicato perché Daredevil fa parte di un piano più ampio che comprende Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist e, quindi, i Difensori. Come si uniranno e se ci sarà una seconda stagione della serie sono domande a cui nessuno può rispondere ancora. Posso dire che abbiamo parlato di cose fantastiche per la seconda stagione ma non posso anticipare nulla. E’ qualcosa su cui sarebbe grandioso lavorare.”

Daredevil, la prima serie originale della Marvel per Netflix è prodotta dallo showrunner Steven S. DeKnight (Spartacus, Buffy, l’ammazzavampiri, Angel) e da Drew Goddard (Quella casa nel bosco, Lost, Buffy, l’ammazzavampiri e sceneggiatore dei primi due episodi di Marvel’s Daredevil) insieme a Jeph Loeb della Marvel TV (Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., Smallville, Heroes).

La serie di 13 episodi vede nel cast Charlie Cox, Vincent D’Onofrio, Rosario Dawson, Elden Henson e Deborah Ann Woll.

Articoli Correlati

HBO Max ha annunciato che sia Titans sia Doom Patrol proseguiranno con le rispettive stagioni 4. L’annuncio arriva dal DC...

17/10/2021 •

14:21

Tutte le uscite Marvel, Panini Comics e Disney del 21 ottobre, direttamente dal sito Panini; tutte le novità della casa...

17/10/2021 •

12:00

Warner Bros Games Italia ha diffuso lo story trailer sulla Corte dei Gufi del gioco Gotham Knights. Lo studio di Montréal...

17/10/2021 •

11:42