Ant-Man: le dichiarazioni di Corey Stoll, Evangeline Lilly e Kevin Feige

Pubblicato il 22 Luglio 2014 alle 14:00

Il film che aprirà la Terza Fase dei Marvel Studios uscirà nel 2015.

Ant-Man

Corey Stoll (The Strain, House of Cards), il cui ruolo nel film non è ancora noto, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Collider: “Sono assolutamente emozionato. Leggere lo script, sia quello di Edgar Wright che questo, mi fa pensare che sia folle che questo film non sia mai stato fatto prima. Ovviamente hai bisogno della tecnologia perché deve sembrare grandioso. Ma l’idea di cambiare dimensioni e gli effetti sperimentali sul cambiamento di taglia sono fantastici. Leggi queste scene e vai in brodo di giuggiole. Sarà molto divertente. E’ un po’ faticoso con i supereroi perché tutti danno pugni a qualcuno o sparano con armi laser. E’ un’esperienza cinematografica completamente diversa.”

Intervistata da SlashFilm, Evangeline Lilly (Lost, Lo Hobbit) nega un suo coinvolgimento nel film ma sembra avere le idee chiare (fin troppo) su quanto sta accadendo: “Non so niente di queste voci. Ho letto le notizie e so quello che succede con Ant-Man. E’ sempre una tragedia quando qualcuno lavora per sei anni con passione ad un progetto e, per qualche motivo, finisce per allontanarsene. Ma quando c’è una collaborazione totale di un gruppo di artisti è per creare un’opera d’arte. Tutti vogliono servire la storia. Tutti vogliono servire l’arte. Qualunque cosa debba succedere per fare un buon film deve succedere. Qualcuno nell’industria cinematografica può leggere le news e pensare che sia una tragedia. Ma speriamo che sia una tragedia che aiuterà il film.”

Intervistato da Empire, Kevin Feige, CEO dei Marvel Studios, ha dichiarato: “Abbiamo lavorato con Edgar per otto anni, siamo stati alla prima di molti suoi film. La più grande delusione per me è che non farà il film. Abbiamo deciso che non sarebbe stata la cosa migliore per il film. La delusione per me è stata non riuscire a fare un film con lui per la relazione personale che abbiamo. E’ stato amichevole, ci siamo incontrati e abbiamo visto che non stava funzionando. Era preoccupato di come sarebbe stata percepita la cosa. E gli ho detto: ‘Non ti preoccupare, la percezione sarà che la casa di produzione malvagia ha spazzato via il regista innocente.’ E la percezione è quella. Ma è molto più complicato.”

“Non è giusto scendere nello specifico. Era diventato chiaro che eravamo arrivati ad un’impasse che non avevamo mai raggiunto prima. Abbiamo lavorato con molti registi talentuosi come Edgar e ci sono sempre delle divergenze, che siano piccole o grandi. E’ la natura collaborativa del produrre un film e, in particolare, la natura collaborativa alla Marvel che rende i produttori molto coinvolti. Abbiamo sempre trovato il modo di superare la cosa e di realizzare un prodotto migliore. Non ingaggiamo registi perché facciano tutto quello che vogliamo noi e non ingaggiamo registi perché facciano tutto quello che vogliono loro. C’è una via di mezzo. E’ diventato chiaro che siamo stati troppo gentili gli uni con gli altri negli ultimi otto anni.”

“Quando Edgar ha lasciato il progetto abbiamo parlato di un numero di diversi registi e ne abbiamo incontrati alcuni. Abbiamo finito per scegliere Peyton perché non cerca il facile successo. Non prende il primo film che gli capita. Dovevamo convincerlo che la grande casa di produzione malvagia non avesse spazzato via il regista e che stavamo facendo la cosa giusta per il film. Ha letto tutte le precedenti sceneggiature e tutto ciò che abbiamo creato e lo sta elevando. Ha una visione davvero chiara di come portare in vita tutto questo. Il cast è incredibilmente impegnato e partiremo il 18 agosto.”

“Nel 1999 si diceva che Bryan Singer fosse una scelta terribile per gli X-Men e che Hugh Jackman fosse troppo alto per Wolverine. Siamo abituati ai commenti coloriti e ai ripensamenti in corso d’opera. Abbiamo fatto quello che abbiamo sempre fatto ovvero fare gruppo e realizzare il miglior film possibile perché dipende sempre dal prodotto finale, quando le luci si spengono in sala la sera della prima e si vive l’esperienza del film. Crediamo di essere sulla buona strada con Peyton Reed per realizzare la miglior versione possibile di Ant-Man. Non ci saranno ritardi. Il nostro programma non è diverso da quello di Iron Man 3 o The Avengers. E Ant-Man non è visivamente complicato come quei due film.”

Diretto da Peyton Reed, Ant-Man vede nel cast Paul Rudd, Michael Douglas, Corey Stoll, David Dastmalchian, Michael Pena, e Patrick Wilson. Uscirà il 17 luglio 2015 in USA.

Articoli Correlati

Abbiamo incontrato Zerocalcare alla Festa del Cinema di Roma 2021 in occasione della presentazione della sua prima serie animata...

19/10/2021 •

17:23

Demon Slayer – La Saga del Treno Mugen è la versione televisiva del film Il Treno Mugen che ha debuttato anche in Italia...

19/10/2021 •

17:11

La serie anime di Mob Psycho 100 godrà di una terza stagione che proseguirà la trasposizione del manga originale di ONE (One...

19/10/2021 •

14:55