Hercules – Il Guerriero: la polemica di Alan Moore

Pubblicato il 18 Luglio 2014 alle 16:30

Il nuovo film con Dwayne Johnson uscirà ad agosto in Italia.

Hercules

Il film è tratto dalla graphic novel Hercules: The Thracian Wars, scritta da Steve Moore e pubblicata da Radical Comics. Moore, scomparso lo scorso marzo, è stato il maestro di Alan Moore (nessun legame di parentela tra i due) che è stato intervistato da Bleeding Cool dichiarando: “Un paio di mesi prima che morisse, Steve mi ha espresso grande indignazione. Ha saputo che sarebbe stato fatto un film dal suo fumetto. Steve ha avuto un po’ di problemi con la Radical Comics nella produzione del fumetto. Gli era stato garantito che non avrebbe dovuto scendere a compromessi e invece ha dovuto farlo. La relazione con la casa editrice non è stata felicissima ma era contento della ricercatezza della serie. Non c’erano elementi che non fossero supportati dalla mitologia o dalla storia greca.

Quando sono andato a trovarlo era piuttosto seccato per aver saputo del film. Mi ha detto: ‘Ho appena scritto una mail arrabbiata alla casa editrice chiedendo per quale motivo non sono stato consultato e mi aspetto qualcosa come 15.000 dollari.’ E’ quanto pensava che gli spettasse da contratto. Mi ha detto: ‘Non mi hanno risposto. E’ un silenzio assordante. Insisterò.’

Un paio di settimane dopo l’ho rivisto e gli ho chiesto: ‘Hai avuto risposta dalla Radical?’ E lui: ‘No, ma ho esaminato il contratto ed è saltato fuori che non devono consultarmi e non devono pagarmi 15.000 dollari. Dev’essere stato in qualche bozza preliminare del contratto rispetto a quella che ho firmato. Quindi non ne ricaverò niente. Sono solo felice che non useranno il mio nome. Perché sembra una porcheria.’

Qualcuno collegato al progetto gli aveva telefonato chiedendogli quando avesse creato Atalanta. E Steve aveva risposto: ‘No, era una figura prominente nella mitologia dell’epoca. Non l’ho creata io. E quella guerra è accaduta davvero.’ Per Steve era doloroso avere a che fare con tanta ignoranza. E so esattamente cosa vuol dire. Ho avuto a che fare con avvocati dell’industria del fumetto che mi hanno chiesto se l’alchimista della Regina Elisabetta I fosse ancora vivo oggi. Steve diceva che il film sarà un totale aborto, che hanno eliminato personaggi come Hylas. E’ comprensibile perché Hylas era il fidanzato di Hercules. E, probabilmente, non è quello che The Rock vuole per il suo Hercules.

Quando Steve è morto, ho notato con una certa amara ironia che una delle persone che hanno mandato le condoglianze era Dave Elliott (uno dei fondatori della Radical). Secondo Steve (e non ho ragione di dubitare della sua parola) i suoi accordi con Elliott sui fumetti di Hercules sono stati ambigui. Sono state fatte delle promesse a Steve e poi Elliott ha detto che quella conversazione non c’era mai stata. Steve si era infuriato al punto di aver detto alla Radical di non voler avere più niente a che fare con Dave Elliott.

In un annuncio mortuario su qualche giornale, forse l’Independent, era scritto che i soldi che Steve aveva ricevuto per il film di Hercules gli avevano permesso di lavorare a progetti personali come il libro su Selene negli ultimi anni della sua vita. Steve non ha ricevuto un penny da quei bastardi per il film. Steve ha vissuto gli ultimi anni della sua vita grazie ai soldi che suo fratello Chris gli ha lasciato quando è morto per la malattia del Neurone di Motore cinque anni fa, dopo che Steve gli era stato vicino nelle ultime fasi di quella terribile malattia.

E’ un malinteso che dev’essere corretto. Tra le condoglianze per Steve c’erano un paio di messaggi promozionali per il film inviati dalla casa di produzione. Prima della morte di Steve non avevano mai menzionato il suo coinvolgimento con la storia originale. Come ho detto, era la sua sola consolazione che il suo nome non fosse stato collegato a questi luridi ignoranti. Dopo la morte di Steve, qualcuno ha pensato: ‘Ci sono stati un paio di annunci mortuari sui giornali e se ne parlerà un po’. Forse potremo ricavarci un po’ di pubblicità per il nostro film. E non dovremo pagargli niente.’ E hanno iniziato a mettere il nome di Steve tra i credits.”

La storia ha inizio dopo le Dodici Fatiche di Hercules e dopo la leggenda. Perseguitato da una colpa del passato, Hercules è diventato un mercenario. Insieme a cinque fedeli compagni, percorre l’antica Grecia vendendo i suoi servizi per l’oro ed usando la sua leggendaria reputazione per intimidire i nemici. Ma quando il benevolo Imperatore di Tracia e sua figlia chiedono aiuto ad Hercules per sconfiggere un selvaggio e terrificante signore della guerra, Hercules combatterà per far sì che il bene e la giustizia prevalgano. Per diventare di nuovo l’eroe di un tempo, dovrà abbracciare il suo mito. Dovrà essere Hercules.

Diretto da Brett Ratner, Hercules – Il Guerriero vede nel cast Dwayne Johnson, Irina Shayk, Aksel Hennie, Rufus Sewell, Ian McShane, Joseph Fiennes, John Hurt, Rebecca Ferguson e Tobias Santelmann. Uscirà il prossimo 13 agosto in Italia.

Articoli Correlati

Planet Manga ha annunciato la prossima pubblicazione di due nuovi manga attraverso la propria pagina Facebook ufficiale. Di...

13/10/2021 •

19:44

Goen ha appena annunciato il manga Dove Vivono i Ragazzi di Usamaru Furuya, autore noto per Il Club della Luce o La Crociata...

13/10/2021 •

19:21

Star Comics ha comunicato che alcune delle prossime novità subiranno degli slittamenti. Tra i titoli coinvolti le nuove edizioni...

13/10/2021 •

16:28