La settimana Bonelli a cavallo tra aprile e maggio offrirà ai lettori 4 albi: tre inediti e una ristampa.

Bonelli

La settimana Bonelli si apre martedì 29 aprile con “Destinato alla terra”, albo 332 di Dylan Dog in cui sul gelido tavolo dell’obitorio giace un cadavere dal volto famigliare: quello dell’Indagatore dell’Incubo. Il mensile ha soggetto e sceneggiatura di Giuseppe De Nardo, disegni di Luca Dell’Uomo e copertina di Angelo Stano.

Contrariamente al solito, c’è un grande silenzio, quando l’Ispettore Bloch mette piede a Scotland Yard. Nessuno ha il coraggio di dirgli che Dylan è stato ritrovato morto. Fortunatamente, il cadavere che giace su un gelido tavolo di obitorio non è quello dell’Indagatore dell’Incubo, nonostante avesse addosso i suoi documenti. Il ritrovamento di quel corpo non è che l’inizio di una vicenda che porterà realmente Dylan a un passo dalla morte, segregato e legato a un letto in un’oscura prigione, la mente in preda a orribili allucinazioni!

Venerdì 2 maggio, invece, è la volta del numero 188 di Julia. Il mensile sarà intitolato “Il tramonto di Gloria” e avrà firme di Berardi, Mantero, Belli (testi) e Antinori (disegni), con copertina di Cristiano Spadoni. Mentre si dirige al parco per fare footing, una donna viene investita da un’auto e rimane uccisa. Il suo è un volto noto, quello di Gloria Harper, attrice televisiva ormai sul viale del tramonto.

La sua morte, però, non sembra accidentale e Julia inizia a indagare sulla vita privata della Harper, scoprendo che mariti, ex mariti e amanti avrebbero avuto ben più di una ragione per volerla togliere di mezzo. Ma la verità è spesso sfuggente e nulla è in realtà quel che sembra.

A bordo del veliero Marilena, Zagor e Cico si gettano all’inseguimento dell’Endurance, che fa rotta verso l’antartico. Comincia così Zagor 586, in uscita sabato 3 maggio. Scritto da Boselli e disegnato da Della Monica con copertina di Gallieno Ferri, “Antartica” racconta di come la nave Endurance – su cui sono imbarcati Dexter Green, Yambo e l’agente di Altrove Lambert – riesce a partire verso l’Antartide, poco prima di essere raggiunta dalla Marilena nel porto di Punta Arenas.

Zagor pare giunto al capolinea, senza che la caccia a Green si sia conclusa con la sua cattura… ma Hilario e gli altri suoi amici marinai si offrono di gettarsi sulla scia della nave in fuga. Le due imbarcazioni ingaggiano così una gara di velocità e di audacia. Una gara che, però, rischia di far rimanere entrambi gli equipaggi imprigionati nel gelido mare antartico…

Sul fronte ristampe, Tex Nuova Ristampa mercoledì 30 aprile riporterà in edicola “La setta dei tre K”, numero 351 della serie regolare delle avventure del ranger bonelliano, uscito per la prima volta nel gennaio del 1990. Nel quindicinale la verità viene a galla: una lettera lo smaschera come traditore e colpevole del massacro dei suoi uomini durante la Guerra Civile e l’infame ex ufficiale sudista McCook, eliminato il testimone di quel misfatto, tenta di insabbiare tutto usando il Ku Klux Klan per addossare la colpa dell’omicidio ai vili razzisti di Starkville.

Tempo dopo, una banda di pirati abborda, rapina e fa saltare in aria sul Mississippi il battello Natchez, lasciando come firma una carta da gioco con teschio e tibie incrociate. Tex e i suoi pards, incaricati da Mac Parland della Pinkerton, devono mettere il sale sulla coda dei feroci predoni. In questo numero da pagina 5 a 95 si conclude l’avventura precedente (disegni di Della Monica); da pagina 96 a 114 prende inizio “Fiamme sul Mississippi” (disegni di Blasco). In entrambe le storie i testi sono di Claudio Nizzi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui