Dopo la morte del padre, Katsuyuki ha vissuto da solo insieme alla madre, Yoshiko, per ben 6 anni. In questi 6 anni Katsuyuki ha guidato sua madre nella scalata ai vertici dell’azienda in cui lavora. Tuttavia anche un genio come Katsuyuki deve fare i conti con la realtà: vorrebbe studiare economia all’università di Harvard, ma non può partire per gli USA lasciando sua madre da sola.
Un bel giorno la vita di questo genio viene sconvolta senza alcun preavviso: Yoshiko invita a cena Sosuke Tanaka, l’uomo con cui vorrebbe risposarsi.
Come se non bastasse Sosuke ha anche un figlio della stessa età di Katsuyuki, Haru. Fidatevi: chiunque si troverebbe infastidito da un patrigno che posa nudo in soggiorno per una vostra compagna di classe.

Da qui in poi permettetemi di parlare in prima persona. Tensai Family Company (in italiano il titolo sarà Genius Family Company, portando in lingua inglese anche tensai) è l’opera realizzata da Tomoko Ninomiya immediatamente prima del famosissimo Nodame Cantabile che molti internauti conosceranno già. Se vi dicessi di non aver mai pensato di poter essere aiutato dal successo del manga più famoso della Ninomiya, dovreste ribattezzarmi Pinocchio. Di più: persino il target di pubblico è il medesimo per entrambi i manga, entrambi commedie e le similitudini si sprecano (Katsuyuki è Chiaki, stesso ruolo, stesso desiderio di volare all’estero e anche lui vittima di un cast di personaggi al limite dell’assurdo).
Tuttavia Tensai Family Company non è un sostituto o, peggio, “qualcosa di simile” al vostro (eventualmente) manga preferito, anzi io sono convinto che la maggior parte di coloro che si cimenteranno nella lettura, lo giudicheranno persino superiore al manga che ha portato la Ninomiya sopra il milione di copie vendute per volume (anche perché la sensei non ha dovuto “subire” le vendite e lasciare “in sospeso” il più a lungo possibile una situazione che probabilmente avrebbe giovato di qualche volume in meno).
Che ci crediate o no, il motivo principale che ci ha spinto verso questo manga è il contenuto, la storia e la volontà di mostrare al pubblico italiano ciò di cui è capace veramente questa straordinaria autrice, una situazione del tutto analoga a quella di Itazura na Kiss.

Su richiesta di Gentosha e dell’autrice stessa, l’edizione italiana seguirà in tutto e per tutto la Special Edition giapponese e quindi: 6 maxi-volumi da 368-372 pagine l’uno compresi gli extra non presenti nella prima edizione pubblicata da Sony Magazines. Il prezzo e la confezione saranno gli stessi di Itazura na Kiss, ovvero 7,90 EURO bimestrali a volume, che equivalgono, più o meno, al prezzo di un albo di Naruto classico al mese (parliamo di 3,95 EURO ogni 184 pagine di fumetto). Penso di aver detto tutto (eccetto la data del debutto che preferisco tenere per me).

telegra_promo_mangaforever_2

12 Commenti

  1. Il titolo mi ispira e considerando la generale qualità dei volumi MX e il prezzo che mi sembra ottimo considerando il quantitativo di pagine….bè mi sa che farò più che un pensiero a questa opera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui