Superman vs. Batman: Zack Snyder parla del cast, della mitologia e di Watchmen

Pubblicato il 4 Marzo 2014 alle 14:30

Il sequel de L’Uomo d’Acciaio uscirà nel 2016.

Intervistato da Hero Complex, il regista Zack Snyder ha dichiarato: “Inizieremo le riprese tra circa un mese. Sarà grandioso. Sono molto eccitato. E’ molto divertente entrare in questo mondo con diversi eroi coesistenti nello stesso universo anche se comporta parecchi rischi. Come fan, è una fantastica opportunità. Al cinema, Superman e Batman non sono mai esistiti nello stesso film. E’ interessante dal punto di vista storico. Stavamo provando i costumi di Batman e Superman senza gli attori e ho chiesto a qualcuno di fare una foto perché era la prima volta che li vedevamo insieme.”

I fans hanno delle perplessità circa la scelta di attori come Gal Gadot per Wonder Woman e Jesse Eisenberg per Lex Luthor: “Noi conosciamo il materiale, sfortunatamente i fans non lo conoscono. Abbiamo scelto gli attori secondo quello che accade nella sceneggiatura. Speriamo che risulti originale e che faccia capire che stiamo facendo qualcosa di nuovo e fresco. Capisco il canone. Non sono pazzo. So di cos’hanno bisogno questi personaggi da un punto di vista mitologico. Jesse sarà un fantastico Lex. Non dimentichiamo che è stato nominato all’Oscar. Non è come se avessi preso un mio amico per interpretare il ruolo. Qualcuno detesta queste scelte. Qualcuno ha fatto delle fan-art ed ha scritto ‘Credo che funzioni.’ Mi prendete in giro? Smettetela. E’ rassicurante e frustrante al tempo stesso.”

Il film prende letteralmente gli universi di Superman e Batman e li fa esplodere. Non è troppo collegato alla mitologia. Ne L’Uomo d’Acciaio dovevamo creare una storia delle origini, una mitologia, e c’è tanta energia come piace a noi. Ma è anche divertente pensare a questi personaggi insieme.”

Intervistato dall’Huffington Post, invece, Snyder è intervenuto su Watchmen. Il film avrebbe dovuto essere diretto inizialmente da Terry Gilliam. Il produttore Joel Silver ha dichiarato che avrebbe avuto un maggior successo perché avrebbe rielaborato maggiormente la trama, al contrario di Snyder che ha definito troppo schiavo del fumetto. “E’ buffo”, risponde Snyder. “Perché le critiche più grandi che abbiamo ricevuto sono proprio per il finale cambiato. Se leggete il finale ipotizzato da Gilliam, è completamente folle. I fans si sarebbero infuriati. Onestamente, ho fatto Watchmen per me stesso. Tra i film che ho fatto è il mio preferito. Adoro il graphic novel e mi piace davvero tutto del film. Amo lo stile. Amo il film ed è stato fatto con passione. L’ho fatto perché sapevo che la produzione lo avrebbe fatto comunque ma lo avrebbe fatto in maniera folle. L’ho fatto per salvarlo dai Terry Gilliam di questo mondo.”

Diretto da Zack Snyder, il sequel de L’Uomo d’Acciaio, ancora senza titolo, vede nel cast Henry Cavill, Amy Adams, Ben Affleck, Jesse Eisenberg, Gal Gadot e Jeremy Irons. Uscirà nel 2016.

Articoli Correlati

Da oggi 5 gennaio 2022 il primo film fumettistico in sala dell’anno è The King’s Man – Le origini (qui la...

05/01/2022 •

20:23

Dopo una lunghissima e trepidante attesa, finalmente il 15 Dicembre scorso in Italia ha debuttato Spider-Man: No Way Home,...

05/01/2022 •

15:00

I Marvel Studios sono a lavoro su più fronti tra Film e Serie TV, compreso il quarto capitolo di Thor. Nelle ultime ore...

05/01/2022 •

14:41