Le Grandi Storie di Nathan Never, a marzo il numero uno

Pubblicato il 20 Febbraio 2014 alle 12:30

Partirà tra circa un mese la nuova collana dell’Agente Alfa che sostituisce quella dei Giganti.

Lo avevamo già annunciato nell’anteprima del 2014 dedicata a Nathan Never, ma ora arrivano ulteriori dettagli. Stiamo parlando de “Le Grandi Storie di Nathan Never”, il cui volume inaugurale raggiungerà le edicole a partire dal prossimo 14 marzo.

Una nuova collana per l’Agente Alfa, dunque, che verrà pubblicata a cadenza annuale e andrà a sostituire i Giganti. Si tratta anche in questo caso di volumi di grosse dimensioni, con 224 pagine racchiuse in un’elegante confezione.

«A inaugurare l’iniziativa saranno il talentuoso Davide Rigamonti – protagonista del marzo neveriano –, che firma soggetto e sceneggiatura, e il maestro Corrado Roi – direttamente dalle pagine di Dylan Dog –, che firma disegni e copertina. Una coppia di autori di assoluto rispetto, dunque, che, ne siamo sicuri, saprà coinvolgervi con un thriller fantascientifico dalle atmosfere cupe e gelide» sottolineano dalla Bonelli.

La collana sarà inaugurata da “I giorni della maschera”. Nel buio della sofferenza, ha inizio l’incubo: durante la caccia a un terribile serial killer, conosciuto come Lo Scultore, Nathan viene raggiunto al viso dall’acido corrosivo utilizzato dall’assassino nel suo macabro rituale. Le ferite riportate lo costringono a un lungo periodo di degenza presso una clinica orbitante.

Sarà un luogo dove comincerà a familiarizzare con il dolore, e con la maschera che dovrà indossare per tentare di contrastare l’azione inesorabile dell’acido. Ma chi si nasconde nel buio della sofferenza? Chi è la creatura che comincia a perseguitarlo, provocandogli terribili visioni? E cosa succederà una volta dimesso dalla clinica? L’unica cosa certa è che Mallory Jackson, la misteriosa ragazza salvata da Nathan dalle grinfie del maniaco, vuole vendetta. L’incubo è appena cominciato.

Una storia dalle tinte forti, dunque, e dalle atmosfere estremamente cupe. «Ho voluto creare un racconto dai toni gelidi e, anche grazie agli splendidi disegni di Corrado, credo di esserci riuscito. L’albo ruota attorno alla figura di Nathan Never: il nostro Agente Speciale Alfa, all’inizio del racconto, subisce un forte trauma che lo costringe a indossare una maschera che gli coprirà metà viso nel corso dell’intera avventura» racconta Rigamonti sull’intervista rilasciata a Luca Del Savio e pubblicata sul sito della casa editrice milanese.

«Questo volto diviso in due mi ha permesso di giocare – un po’ come fa Stephen King ne “La metà oscura” – esplorando diversi lati della personalità di Nathan, girando intorno anche alle inquietudini generate dalla perdita della propria identità. Sapendo, inoltre, che la storia sarebbe stata visualizzata da Corrado, ho potuto sbizzarrirmi creando situazioni e soluzioni visive che sono vicine alle mie corde e alla mia passione per le atmosfere tendenti all’horror. Ci sono almeno due momenti specificatamente pensati per essere portati su carta dalle chine di Roi e, a posteriori, credo che costituiscano le sequenze di maggiore impatto dell’intero volume».

Articoli Correlati

Black Clover è un manga che vanta un seguito di tutto rispetto. L’opera realizzata da Yuuki Tabata – pubblicata...

05/12/2021 •

12:41

Dopo il recente annuncio relativo alla produzione di una seconda stagione animata, proseguono le iniziative legate a TONIKAWA:...

05/12/2021 •

12:20

La trasposizione anime del seinen manga Golden Kamuy di Satoru Noda proseguirà con una quarta stagione. A realizzarla lo studio...

05/12/2021 •

12:09