Il regista di Biancaneve e il Cacciatore dirigerà per la Dreamworks il film live action 3D tratto dal manga di Masamune Shirow.
Rupert Sanders
Rupert Sanders

Lunga storia quella dell’adattamento hollywoodiano di Ghost in the Shell. La Dreamworks ne detiene i diritti dal 2008 (quando li ottenne grazie anche alla grande passione per quella storia del fondatore Steven Spielberg), ma in questi anni non si è riusciti a dare solide basi al progetto, con continui cambi di scriptwriter e sceneggiatura. Ora l’incertezza potrebbe terminare: Rupert Sanders (Biancaneve e il Cacciatore) sarà il regista di Ghost in the Shell, mentre William Wheeler (The Cape, The Hoax) si occuperà dello script.

Pubblicato per la prima volta nel 1989, il manga fantascientifico di Masamune Shirow racconta le indagini della Sezione di Sicurezza Pubblica numero 9 di cui fa parte Motoko Kusanagi. I casi di cui si occupano riguardano le relazioni tra l’umanità e la tecnologia in un mondo dove queste sono ormai fuse e i confini tra essere umano e cyborg sono evanescenti.

ghost in the shell stand alone complex kusanagi

Dal manga (edito in volume in Italia da Star Comics nel 2004) sono state tratte da Production I.G. diverse versioni animate: due celebri film diretti da Mamoru Oshii (1995 e 2004), due serie tv dal titolo Ghost in the Shell: Stand alone Complex (2002 e 2004), concluse nel 2006 dall’OVA Solid State Society e, l’anno scorso, la serie di OVA Arise, un prequel della storia originale. A loro volta tutti questi anime hanno dato vita a nuove serie di manga, creando così un’opera multimediale tra le più note al mondo (un “nuovo Gundam“).

Il tempo ci dirà se a Dreamworks (e il produttore Avi Arad, vecchia conoscenza dei cinecomics Marvel coinvolto nel progetto) saprà essere all’altezza di tale fama.

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui