Si apre uno spinoso dibattito dopo l’Image Expo!

Ecco come si è chiusa la conferenza di presentazione all’Image Expo:

Final-600x450

I più attenti hanno notato che ci sono 16 autori, tutti bianchi, e un paio di donne.

Questo ha aperto una feroce polemica sui maggiori social network in cui i più agguerriti si domandano come è possibile che la casa editrice indipendente #1 negli USA non riesca a coinvolgere creatrici e/o creatori di minoranze etniche.

Cosa ne pensate?

telegra_promo_mangaforever_2

10 Commenti

  1. hanno ingaggiato autori di punta da tutto il mondo del fumetto americano. Se attualmente non ci sono autori d punta di colore e ci son poche donne cosa dobbiamo fare? Nel mondo del fumetto non conta il colore della pelle quanto la risonanza del nome.

    la polemica è stupida, infondata, bigotta e razzista laddove razzismo non ce n’è.

  2. gli americani sono molto sensibili da questo punto di vista tuttavia penso che il senso della polemica sia doppiamente perverso nel senso che molti che l’hanno alimentata si sono lamentati del fatto che la Image, in quanto casa editrice indipendente, non vada sufficientemente alla ricerca di autori appartenenti alle “minoranze”…

  3. gli americani sono molto sensibili da questo punto di vista tuttavia penso che il senso della polemica sia doppiamente perverso nel senso che molti che l’hanno alimentata si sono lamentati del fatto che la Image, in quanto casa editrice indipendente, non vada sufficientemente alla ricerca di autori appartenenti alle “minoranze”…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui