Bonelli, i numeri e i record dell’annata 2013

Loading...
Da DimeWeb arrivano i dati dell’anno che si sta per concludere per la Sergio Bonelli Editore.

Fine anno, come di consueto, è tempo di bilanci. Lo sanno bene i curatori di “DimeWeb – Quaderni Bonelliani”, che proprio allo scadere di questo 2013 pubblicano un resoconto annuale dei numeri bonelliani. Riportiamo le cifre più significative del lungo e dettagliato articolo di Saverio Ceri intitolato “Bonelli 2013: l’anno del fantastico…Boselli”, leggibile per intero qui.

Bonelli«Nel 2013 le tavole inedite pubblicate dalla Bonelli sono state 19.304, esattamente 750 in più dell’annata precedente,  pari a un incremento del 4,04%. Si tratta del sesto miglior risultato di sempre: le annate più prolifiche rimangono quelle del quinquennio 2000-2004. 158 gli albi di materiale inedito, ben 13 in più dello scorso anno (+9%)».

«Gli sceneggiatori coinvolti sono stati 53 (record assoluto di scrittori in un solo anno solare), dodici in più del 2012. Spicca l’exploit di Mauro Boselli che con le sue 2774 tavole è stato capace di superare il record di pagine pubblicate in un solo anno da uno sceneggiatore; primato che resisteva del 1976 ed era detenuto da Guido Nolitta con 2770 tavole. Segnaliamo il primo podio, con tanto di personal best, per Bruno Enna e il ritorno dopo dieci anni sullo stesso podio, sul gradino più basso, di Luigi Mignacco».

«Passiamo agli illustratori: quest’anno ben 144, sei in più del 2012, sei in meno dell’anno record, il 2003. Notevole il numero degli esordienti, sparsi su un po’ tutte le testate: addirittura 23 matite nuove per la casa editrice. Si aggiudica il suo secondo “scudetto”, dopo quello del 2009, Walter Venturi, la cosa curiosa è che se lo aggiudica col minimo sforzo, ovvero col più basso numero di tavole dal 1954 a oggi: 387 pagine è un ottimo risultato che normalmente garantisce l’ingresso nella top ten; quest’anno però ha portato il Venturi di Roma alla vittoria. Tra i primi dieci, uno solo riesce a ripetersi rispetto allo scorso anno, si tratta di Luigi Piccatto, ancora terzo, come nel 2012».

«I Copertinisti del 2013 sono stati 25, uno in meno dell’annata record precedente. Sedicesima vittoria, nona consecutiva, per Claudio Villa. Esordio in casa editrice alle copertine per due autori nostrani, che godono di grande fama negli states: Massimo Carnevale e Simone Bianchi».

«La classifica dei personaggi 2013 è stata dominata per l’8a volta, la settima consecutiva, da Dylan Dog, che per il terzo anno totalizza 2438 tavole, record di pagine pubblicate in un solo anno di un personaggio.

Al secondo posto Tex (2258), terzo Zagor (2222)».

Diamo ora un’occhiata ai numeri annuali dei singoli personaggi: «Cominciamo con Brendon: Claudio Chiaverotti con le consuete 724 tavole annuali è, ovviamente, essendo l’unico, il più pubblicato tra gli sceneggiatori; Giuseppe Viglioglia grazie ale 160 tavole dello speciale vince tra i disegnatori».

«Per Dampyr è stato un anno record per numero di tavole pubblicate, ben 1590. Di queste la maggior parte sono state di Mauro Boselli, per il 14° anno consecutivo sceneggiatore più prolifico con 646 tavole; tra gli illustratori primo successo per Corrado Roi con 286 tavole».

«Dragonero: primi “scudetti” di collana per Stefano Vietti (470 pagine) e Giuseppe Matteoni (348,5 tavole). Sulle varie collane di Dylan Dog tra gli sceneggiatori si conferma, per il secondo anno consecutivo, Giovanni Gualdoni. Secondo alloro anche per Luigi Piccatto nella categoria degli illustratori dopo il successo del 2004».

«Su Julia vince come di regola Giarcarlo Berardi tra gli sceneggiatori con le canoniche 803 tavole annuali, mentre tra i disegnatori si impone per il secondo anno consecutivo Steve Boraley, con 252 tavole».

«Sulle collane legate a Martin Mystère vince il sesto “scudetto” Carlo Racagno con 436 tavole; ex-aequo invece tra i disegnatori Giancarlo Alessandrini e Alfredo Orlandi (entrambi 250 tavole pubblicate). Per la neonata Orfani, primo scudetto per Roberto Recchioni ed ex-aequo per i tre disegnatori impegnati finora, Emiliano Mammucari, Alessandro Bignamini e Gigi Cavenago».

«Ben tredici sceneggiatori impegnati quest’anno su Nathan Never: per la collana è il record; di questi risulta essere il più pubblicato, per la prima volta, Mirko Perniola con 642 tavole.

Curiosamente è la prima affermazione anche per il veterano Romeo Toffanetti in vetta alla classifica annuale dei disegnatori con 281 pagine pubblicate».

«Per Saguaro vince Bruno Enna, ovviamente, tra gli sceneggiatori e Marco Foderà tra i disegnatori. Le Storie: primo successo annuale per Bilotta tra gli sceneggiatori e Ambrosini tra i disegnatori, entrambi con 220 tavole pubblicate».

«Su Tex settima vittoria di serie per Boselli con 1722 pagine dedicate al ranger, record personale sulla collana, ma non assoluto per uno sceneggiatore: nel 2003 Nizzi si vide pubblicate 1768 pagine. Primo successo, all’esordio, tra gli illustratori per Lito Fernandez con le 316 tavole pubblicate sul maxi. Zagor: Burattini con 840 tavole, si aggiudica la ventunesima vittoria annuale, 16° consecutiva; Sedioli, per la seconda volta dopo l’annata record 2008, primeggia con 299 tavole tra i disegnatori».

«33 gli albi fuori serie, due in meno dello scorso anno. Lo sceneggiatore più pubblicato su volumi extra è, per la prima volta, Mauro Boselli con 1018 tavole; alcune di queste pagine, per la precisione 316, sono quelle servite a Lito Fernandez per essere il disegnatore più pubblicato nella stessa categoria. Gallieno Ferri, Angelo Stano e Roberto De Angelis sono i copertinisti più “speciali” del 2013 con cinque cover fuoriserie a testa; cinque copertine che hanno portato Gallieno Ferri, primo fra tutti, a toccare quota 100 in fatto di cover fuori serie».

Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui
Loading...

COMMENTI

2 Commenti | COMMENTA ANCHE TU!

  1. Gabriele Cioffi 30 dicembre 2013