Alan Moore a ruota libera sui supereroi e il loro pubblico

Pubblicato il 26 Novembre 2013 alle 09:00

In questa intervista, parla anche di Grant Morrison.

In un’intervista per The Guardian, Alan Moore ha parlato dei supereroi e del loro pubblico, spiegando: “Ora, non ho mai letto un fumetto di supereroi da quando finii con Watchmen. Odio i supereroi. Penso siano degli abomini.

Non significano più ciò per cui sono stati usati per significare. Sono stati inizialmente nelle mani di scrittori che avrebbero dovuto espandere l’immaginazione di un pubblico di nove e tredici anni. Era questo ciò che dovevano fare e lo stavano facendo in maniera eccellente. Oggigiorno, i fumetti di supereroi non sono più pensanti per un pubblico di quell’età, non hanno niente a che fare con loro. Si tratta di un pubblico in gran parte di trentenni, quarantenni, cinquantenni e sessantenni, solitamente uomini.

Qualcuno se ne uscì fuori con il termine graphic novel e i lettori bloccati su questo termine cercavano un modo che potesse convalidare il loro amore per Lanterna Verde o Spider-Man, senza apparire in qualche modo emotivamente subnormali (in altre parole: ritardati, minorati).

Questo è un groppone del pubblico dipendente da supereroi e dal mainstream. Non credo che il supereroe stia per qualcosa di buono e penso sia un fenomeno abbastanza allarmante se abbiamo un pubblico adulto che guarda The Avengers, deliziandone i concetti e i personaggi che avevano lo scopo di intrattenere dei dodicenni degli anni cinquanta.”

Inoltre, Moore ha parlato anche dell’influenza del suo lavoro ad altri autori: “Grant Morrison ha attualmente realizzato una tattica auto-dichiarata che non solo basa alcuni dei suoi racconti nel mio lavoro e nel mio stile, ma cerca anche di rendersi più famoso trattandomi come una scoria (In originale: slagging me off) in ogni occasione, non ho nulla a che fare con lui.”

Parole assai dure da un autore che ha contribuito a rendere le storie di supereroi più mature rispetto al canone classico cui erano abituate.

alan-moore

TAGS

Articoli Correlati

Fullmetal Alchemist: Brotherhood – The Promised Day è il primo gioco da tavolo basato sulla seconda trasposizione anime...

20/10/2021 •

16:38

Le novità Anime Factory di Dicembre 2021 vedono la pubblicazione del film Earwig e la strega di Studio Ghibli, di cui qui potete...

20/10/2021 •

13:18

Lautaro e Perisic stanno facendo impazzire i social per un’azione di gioco che ha richiamato il celeberrimo Capitan Tsubasa...

20/10/2021 •

11:43