Marcia indietro del veterano autore sulla diatriba digitale/cartaceo.

Qualche anno, fa agli albori dell’era del fumetto digitale, Mark Waid produsse una fortissima invettiva a favore della digitalizzazione del medium fumetto che avrebbe spazzato via la controparte cartacea bollata come “vecchia” e troppo legata ai pochi negozi specializzati sparsi negli Stati Uniti.

Pochi giorni fa Waid è ritornato sull’argomento facendo mea culpa per i toni catastrofici in cui si era espresso ed ammettendo che la sua analisi era completamente sbagliata!

L’industria del fumetto, continua l’autore, sta vivendo una “seconda giovinezza” con dati di vendita mai così alti da decenni e una diffusione allargata anche grazie alle nuove possibilità di fruizione date dal digitale.

In definitiva bisogna dare atto a Waid di aver avuto il coraggio di ritornare sui suoi passi.

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui