L’autrice, nota soprattutto per la cospicua produzione Disney, realizza una storia che ripropone le sue due eroine tutte pepe.

“Lucrezia e Alice a Quel Paese” è il nuovo lavoro di Silvia Ziche in uscita oggi per i tipi Rizzoli Lizard.

L’autrice, che ha all’attivo collaborazioni con numerose riviste quali “Topolino”, “Linus”, “Cuore”, “Smemoranda”, “Comix”, “Musica”, “Donna Moderna”, torna a pubblicare per Rizzoli Lizard dopo “Prove tecniche di megalomania” (2009) e “Lucrezia” (2010).

Alice, partendo dall’avere vent’anni mentre in tv impazza il ciuffo alla Luke Perry di Beverly Hills 90210 e le fauci spalancate di Alanis Morissette, si ritrova senza preavviso nel Duemila della crisi.

Appena uscita dal freezer del suo rapitore, ora deciso a entrare in politica e a dominare il mondo, l’eroina tenta di recuperare il futuro perduto senza farsi ipnotizzare da Google Street View. Ad aiutarla c’è Lucrezia, single quarantenne che si mantiene scrivendo autobiografie di riccastri e personaggi famosi.

Il volume, brossura con alette, 144 pagine a colori, formato 17×24 centimetri, racconta della lotta contro i mulini a vento del nostro tempo di due Don Chisciotte in gonnella, e costa 15 euro.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui