Il regista di tanti capolavori dell’animazione realizzati da Studio Ghibli ha deciso di ritirarsi.

Koji Hoshino, presidente dello Studio Ghibli, ha annunciato che Hayao Miyazaki si ritirerà “dalla produzione di lungometraggi”. L’annuncio è stato dato nel corso di una conferenza stampa alla Mostra del cinema di Venezia dove Kaze Tachinu, il suo undicesimo e ultimo film per le sale, è in concorso; la decisione, comunque, lascerebbe aperta la possibilità che il Maestro possa occuparsi di progetti più corti o di altra natura.

hayao miyazaki

Il regista, mangaka, animatore e produttore, è venuto alla ribalta a partire dagli Anni 70 con serie quali Lupin III, Heidi e Conan il Ragazzo del Futuro; la sua prima regia cinematografica risale al 1979 con Lupin III Il Castello di Cagliostro.

Il suo La Città Incantata (Sen to Chihiro no kamikakushi), pellicola del 2001 che gli è valsa l’Orso d’Oro a Berlino 2002 e il premio Oscar agli Academy Awards 2003, resta il più grande successo di sempre al botteghino giapponese.

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

  1. Dopo la morte di Yoshifumi Kondo, (di cui ricordo con affetto l’anime Una Per Tutte Tutte per Una – Piccole Donne)a causa di un aneurisma, Miyazaki (che considerava Kondo come suo erede) decise di non strapazzarsi più coi ritmi televisivi, dedicandosi al cinema. Purtroppo. Già, perché sinceramente Miyazaki l’ho sempre ammirato di più quando lavorava in tv, traendo le sue opere da libri scritti da altri. I suoi film per il grande schermo sono bellissimi da vedere, ma non succede mai niente e quando succede, succede senza un vero e proprio motivo logico (la stessa cosa che si può dire di Fellini, del resto…)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui