Capitan Harlock invita i consumatori a non acquistare prodotti contraffatti.

Il Japan Patent Office, l’agenzia governativa che si occupa delle questioni relative alla proprietà intellettuale, e l’Agenzia degli Affari Culturali hanno organizzato una campagna congiunta contro la pirateria in collaborazione con il remake cinematografico di Capitan Harlock.

Il pirata dello spazio di Leiji Matsumoto campeggia quindi su circa quarantamila poster affissi su istituti scolastici ed edifici pubblici; il manifesto è caratterizzato dalla frase “Anche i pirati dello spazio non perdonano la pirateria!” ed invita i cittadini a non acquistare prodotti piratati o imitazioni.

captain harlock jpo campaign poster

Space Pirate Captain Harlock uscirà nei cinema giapponesi il 7 Settembre; in Italia verrà distribuito da Lucky Red e presentato in anteprima tra i fuori concorso a Venezia 70:

Capitan Harlock è l’unico uomo che si interpone fra la corrotta Coalizione Gaia e il tentativo di un completo dominio intergalattico da parte di quest’ultima. In cerca di vendetta contro coloro che hanno defraudato lui e l’umanità, il misterioso pirata dello spazio vaga nell’universo a bordo del suo incrociatore da battaglia, l’Arcadia, attaccando e saccheggiando con audacia le navi nemiche. Ezra, comandante della Flotta di Gaia, ordina al fratello minore Logan di infiltrarsi nell’Arcadia e uccidere Harlock. Ma Logan scopre presto che a volte le cose non sono come sembrano e che la nascita di una leggenda avviene sempre per un valido motivo. Harlock spinge il suo leale equipaggio a proseguire nella rischiosissima missione di disfare i “Nodi del Tempo” e riportare la Terra all’epoca in cui era ancora abitata dagli uomini. È l’anno 2977 e 500 miliardi di profughi umani sognano di ritornare sul pianeta che ancora chiamano patria. Il ribelle Capitan Harlock e il suo fidato equipaggio sono per loro l’unica speranza di raddrizzare un giorno i torti inflitti dalla Coalizione.

Il film è diretto da Shinji Aramaki, già regista dei due film in CGI dedicati ad Appleseed e celebre mecha designer di produzioni Anni 80 come Genesis Climber MospeadaMegazone 23 e Bubblegum Crisis; la sceneggiatura è invece stesa da Harutoshi Fukui, autore dei romanzi originali di Gundam Unicorn. Produce Toei Animation.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui