Stephen Amell a ruota libera su Arrow e l’Universo DC.

L’attore Stephen Amell ha avuto modo di parlare della seconda stagione di Arrow durante il FanExpo in Canada, ma non solo, le domande sono state un po’ più grandi, arrivando a parlare dell’Universo DC in generale.

Di seguito, saranno riportate alcune rivelazioni chiave dell’intervista svoltasi al FanExpo:

  • La seconda stagione partirà cinque mesi dopo i tragici eventi dell’ultimo episodio e Starling City è in prossimità di uno Stato di Polizia. Quentin Lance, Laurel, Thea hanno nuovi lavori, Moira è in carcere e Felicity è… “molto sexy” (ride);
  • Personaggi DC Comics ce ne saranno “ovunque”. Hanno dato ai produttori le “chiavi” per un universo. Bronze Tiger, Sebastian Blood, Flash, Isabel Rochev sono solo l’inizio. Vediamo Black Canary “quasi immediatamente”;
  • Gli piacerebbe riprendere il ruolo di Oliver Queen/Freccia Verde in un possibile adattamento cinematografico della Justice League;
  • Per l’ingresso di Flash in Arrow, avevano bisogno dell’approvazione di Christopher Nolan, perché è lui il “grande ragazzo” per quanto riguardano le “cose Warner/DC Comics”;
  • Scherzando, ha detto che gli piacerebbe interpretare il Generale Zod e l’Enigmista;
  • Parlando della trilogia di Nolan, pensa sia la migliore nella storia del cinema dei supereroi;
  • Il finale di stagione non era più costoso di qualsiasi altro episodio;
  • Ha espresso un “No Comment” a una possibile apparizione di Slade Wilson, magari nei panni di Deathstroke, nella Starling City del presente;
  • Ha detto che non c’è stata alcuna pressione nel diventare Oliver Queen. Il regista David Nutter ha detto a Stephen che ha realizzato il cast per le più grandi star della The CW e che lui era adatto a quella parte;
  • Scherzosamente, è stato chiesto a Stephen chi vincerebbe tra lui e Ben Affleck in una gara di trazioni alla sbarra. Amell ha risposto: “Ben probabilmente”;
  • “Non ho mai visto neanche un minuto di Smallville,” Amell ha detto, spiegando di non aver preso ispirazione da [Justin] Hartley (Freccia Verde in Smallville). Piuttosto, si è ispirato al personaggio di Gus Fring di Breaking Bad;
  • L’idea alla base della prima stagione è che non esistevano superpoteri. Questa idea non è più esistente.

Per quanto riguarda “l’approvazione” di Christopher Nolan, penso sia più corretto prenderla come un semplice consiglio, poiché Warner Bros. non ha mai riferito che il regista fosse una sorta di “Padrino dell’Universo DC”, come lo è Joss Whedon per i Marvel Studios. Anzi. A quanto pare, Nolan assieme alla moglie non figureranno più tra i produttori esecutivi del sequel de L’Uomo d’Acciaio, dopo che è stato fatto notare che i loro nomi non erano presenti nel comunicato ufficiale della Warner per Ben Affleck/Batman.

Box Office Mojo, però, ha reso noto il post su Twitter di Ray Subers, nel quale si chiariva che Chris Nolan e la moglie Emma Thomas erano ancora produttori esecutivi del sequel.

Staremo ad osservare, così da scoprire con esattezza il reale ruolo di Christopher Nolan per quanto riguarda i progetti cinematografici/televisivi della Warner Bros./DC Entertainment.

ArrowTVShow

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui