I mostri sacri di casa Shogakukan illustrano le pareti della sede dell’editore prima della demolizione dell’edificio.

Dopo il terremoto del 2011 Shogakukan, colosso dell’editoria nipponica che pubblica riviste quali Shonen Sunday, Big Comic Spirits e Betsucomi, decise di demolire l’attuale quartier generale per erigere una costruzione più moderna che vedrà la luce entro il 2016.

Prima della demolizione, però, l’editore ha riunito i suoi artisti di punta per disegnare sketch sulle pareti dell’edificio; un’idea che prende spunto dal messaggio di ringraziamento lasciato dai mangaka dell’appartamento Tokiwa-so, nel quale Osamu Tezuka e illustri colleghi come Shotaro Ishinomori e Fujiko Fujio hanno vissuto e lavorato in gioventù, prima di essere abbattuto nel 1982.

Lo scorso weekend la sede è stata aperta al pubblico, registrando la presenza di ottomila visitatori che hanno potuto ammirare, tra i tanti, i contributi di Fujiko Fujio A, Naoki Urasawa, Masami Yuuki, Moto Hagio e Kazuhiko Shimamoto:

telegra_promo_mangaforever_2

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui