Esistono veramente i fumetti dell’orrore? Davvero un fumetto pieno di zombie o di feroci cannibali vi fa tremare le gambe tanto da non farvi dormire la notte? Cosa vorreste leggere per farvi passare un brivido lungo la schiena?

controcorrente 2013

Il tempo passa.
Passa per tutti che vi piaccia o meno.

E con il tempo cambiano tutte le nostre percezioni. Passiamo dall’essere bambini all’età adulta e, complice anche la nostra esperienza, la percezione del mondo, degli amici e le paure inevitabilmente cambiano, crescono con voi.

Da piccoli abbiamo terrore praticamente di ogni cosa, perfino della nostra ombra. Quante volte infatti avrete guardato sotto il vostro letto pensando a quali mostri si potessero nascondere in un posto così angusto. Per non parlare poi dell’armadio. Troppi abiti appesi dentro di esso che si lasciavano immaginare come chissà quali creature fameliche o semplicemente dei corpi impiccati e lasciati lì a marcire.

A quell’età è facile avere paura.
Spesso anche i film più ingenui ti facevano passare lunghi brividi sulla schiena. Anche i fumetti della tua infanzia hanno svolto benissimo la loro funzione. La tua immaginazione veniva stimolata molto facilmente e, anche se con molta ingenuità, svolgevano tranquillamente la loro primaria funzione.

et8242Poi il tempo è passato. Cresci, assimili esperienza e quel film di Spielberg, quello che diceva “telefono casa” non ti fa più paura. Scopri che non esiste solo Stephen King a scrivere libri dell’orrore e che esistono autori molto più bravi ad intrattenerti con i loro racconti del terrore.

Il mondo intorno a te cambia, cresce con te.

Anche l’informazione giornaliera tratta argomenti di cronaca nera anche entrando in particolari macabri. Al cinema, quello che un tempo sembrava impensabile ora viene realizzato. Ora la nostra percezione del terrore è molto diversa. Siamo più maturi e meno ricettivi. Più esigenti e molto meno impressionabili.

nightmare-02Quando oggi vedi un film dell’orrore pensi se un tizio con un cappello e un guanto con degli artigli affilati potrebbe ottenere lo stesso successo che ha avuto negli anni ottanta. E sai bene quale sia la risposta.
La realtà è che sei cresciuto e con te anche il modo di intrattenere con l’arma del terrore. Oggi non basta più una creatura mostruosa come Godzilla. Oggi non riesci a terrorizzarti di fronte ad un personaggio con la maschera da hockey che affetta le persone con un machete.

Oggi vuoi di più. Il tuo terrore è per un altro tipo di storia.

13226681_5

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui