Si è parlato di cambiare la razza a Peter Parker, perché non la sua sessualità?

In una recente intervista, Andrew Garfield ha espresso il suo favore se Sony Pictures sostituisse Mary Jane con un personaggio maschile, facendo affrontare a Peter Parker una relazione omosessuale. L’attore ha detto di aver conversato con il produttore Matt Tolmach sul rapporto tra Peter e Mary Jane, condividendo alcuni pensieri riguardo un possibile cambiamento nella sessualità del personaggio.

In pratica, l’interprete di Spider-Man ha detto: “Scherzando, abbiamo pensato… ‘E se Mary Jane fosse un maschio?’ – ‘Perché non possiamo dire che Peter Parker sta scoprendo ed esplorando la sua sessualità?’… è difficile, ma anche innovativo! Perché non gay, dunque?”. Inoltre, l’attore prosegue dicendo chi sarebbe la scelta adatta, secondo lui, per interpretare il ragazzo di Peter: “Sono stato ossessionato da Michael B. Jordan da quando l’ho visto su The Wire. Lui è così carismatico e talentuoso. Sarebbe ancora meglio se avessimo una bisessualità interrazziale.”

8rueoiks

Ultimamente, il coming-out di un personaggio nei fumetti è all’ordine del giorno, probabilmente per ricevere consensi dal pubblico omosessuale, oppure solamente per essere “al passo coi tempi”. Non solo la sessualità, comunque, ma anche la razza, come precedentemente accennato, difatti, proprio in Ultimate Spider-Man, dopo la morte di Peter Parker, è un ragazzo afroamericano a vestire i panni di Spider-Man.

Che cosa ne pensate dell’idea di Andrew Garfield? Accadrà sul grande schermo, un giorno, come accaduto nei fumetti?

telegra_promo_mangaforever_2

7 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui