Il fondatore del rinomato studio di animazione Production I.G descrive la storia e il futuro della saga animata tratta dai manga originali di Masamune Shirow.

In occasione dell’uscita nelle sale di Ghost in the Shell Arise, Mitsuhisa Ishikawa, fondatore di Production I.G, è stato intervistato da Weekly Playboy. Ishikawa ha dichiarato che al suo studio, responsabile di opere del calibro dei film di Mobile Police Patlabor e di Jin-Roh, piacerebbe ricevere da Masamune Shirow l’approvazione per realizzare nuovi anime tratti dal suo manga di fantascienza più famoso. Idealmente, quindi, Ghost in the Shell diventerebbe per I.G quello che Gundam è per Sunrise, una saga continua.

Secondo Ishikawa il 90% degli appassionati di Ghost in the Shell risiede all’estero: questo potrebbe rivelarsi un’opportunità per conquistare un pubblico più ampio.

La scelta di basare il nuovo Arise attorno alla storia delle origini del Maggiore Motoko Kusanagi è stata dettata dalla speranza di rendere GITS più accessibile, confermando il medesimo intento che guida lo studio dai tempi del film di Mamoru Oshii del 1995, che Ishikawa sente più semplice da comprendere rispetto al manga originale.

La storia di Ishikawa con la serie inizia nel 1993 durante un viaggio aziendale, quando il regista di Lamù gli ha mostrato il manga suggerendogli di realizzarne un anime.

Tre anni fa il presidente si è incontrato con Masamune Shirow per discutere l’idea di Arise faccia a faccia con l’autore; questi gli disse che aveva bisogno di tempo per decidere, ma dopo tre settimane gli rispose positivamente accompagnando il consenso con una serie di concetti, idee per la trama e disegni. Ishikawa presume quindi che il mangaka fosse già preparato all’idea di un nuovo anime ma che voleva del tempo in più per limare il suo lavoro.

Distribuito in anteprima in cinema selezionati durante lo scorso fine settimana, Arise ha venduto circa trentamila biglietti per un incasso pari a circa trecentocinquantamila euro, posizionandosi ottavo al box office del weekend, quarto nella classifica dei maggiori incassi della catena Toho e primo nella media per proiezioni.

Il secondo atto della miniserie di quattro episodi, diretta da Kazuchika Kise e scritta da Tow Ubukata, verrà proiettato in sale limitate il 30 Novembre per poi essere distribuito in home video il 25 Dicembre.

In Italia è Dynit che attualmente detiene i diritti di pubblicazione degli anime di Ghost in the Shell.

telegra_promo_mangaforever_2

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui