Paolo Cossi firma una graphic novel frutto del progetto E.CH.I. Etnografie italo-svizzere per la valorizzazione del patrimonio immateriale.

Una storia di vera e profonda amicizia sullo sfondo dei ricordi e dei bellissimi panorami alpini. Senza contare la finalità a cui il progetto tende. Di motivi per apprezzare il graphic novel “Il burattinaio delle Alpi”, volume di Paolo Cossi edito da Hazard Edizioni ce ne sono.

La storia racconta di come Lucia, abbandonata Milano perché stanca e insoddisfatta, incontri a Como, dove ha raggiunto un’amica, un vecchio burattinaio.

Tra i due nasce presto un profondo legame, e il vecchio le racconta di come ha cominciato a viaggiare per tutti i paesi delle Alpi per mettere in scena il suo spettacolo di burattini tra Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Svizzera.

Durante le sue peregrinazioni incontra Luigia, che presto diventerà sua moglie, nonché collega. Uniti nella vita e nel lavoro, i due continuano a spostarsi di valle in valle, di paese in paese, venendo a conoscenza della storia, dei segreti millenari, della cultura, di usi, costumi e tradizioni delle popolazioni che vivono tra le montagne.

Dopo la morte di Luigia, il burattinaio smette di girare e si ferma a Como, dove di tanto in tanto mette ancora in piedi quel particolare spettacolo che ha così tanto attratto Lucia.

La giovane, affascinata dai racconti di quel vecchio e dalla sua arte, decide allora di apprendere i segreti del mestiere di burattinaio, e il vecchio con gioia vede finalmente qualcuno a cui poter trasmettere la propria eredità.

L’importanza del ritrovamento, della continuazione, del mantenimento e della trasmissione della cultura, dei saperi e delle tradizioni popolari. Ecco cosa c’è alla base de “Il burattinaio delle Alpi”, iniziativa editoriale figlia del progetto E.CH.I. Etnografie italo-svizzere per la valorizzazione del patrimonio immateriale.

Al progetto hanno collaborato la Regione Lombardia, ente capofila, la Regione Piemonte, la Regione Autonoma Valle d’Aosta, la Provincia Autonoma di Bolzano, il Cantone Vallese, il Cantone Ticino e il Cantone Grigioni.

Al di là delle differenze amministrative e politiche, questi enti sono accomunati da uno stesso territorio, da una stessa cultura e da uno stesso patrimonio, che ora si cerca di preservare e far rivivere anche grazie ai nuovi linguaggi, come quello del fumetto.

Proprio per questo Hazard Edizioni ha realizzato la graphic novel “Il burattinaio delle Alpi” (128 pp, bianco e nero, formato 17×24), il video “I pigliapupazzi”, il book trailer e l’ebook. Tutti questi prodotti sono distribuiti gratuitamente e scaricabili nei diversi formati elettronici sul sito dell’editore.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui