Scott Snyder
Un interessante approfondimento sulle due serie più attese dell’estate: “Superman Unchained” e “Batman: Zero Year”!

Scott Snyder è sicuramente lo scrittore di punta della DC Comics, diventando incredibilmente popolare grazie alla serie Batman dei “New 52” in coppia con Greg Capullo e, ora, i fan attendono di sapere di più sulle sue prossime opere, tra cui spiccano The Wake, con Sean Murphy per la Vertigo, ma soprattutto Superman Unchained e Batman: Zero Year, rispettivamente con Jim Lee e Greg Capullo.

A proposito di Superman Unchained, Scott Snyder ha raccontato, un aneddoto di circa un anno fa con la DC Comics, che chiesero lui se avesse voglia di scrivere un altro personaggio e, senza esitare, fece immediatamente il nome di Superman, avendo già qualche idea in mente, che gli sarebbe piaciuta esplorare, come fosse una sfida.

La sua idea sarebbe stata alquanto personale, poiché avrebbe raccontato di ciò che amava del personaggio sin da quando era un ragazzino. Snyder, dunque, approfittò della volontà della DC Comics nel realizzare una nuova serie per il 75° anniversario del personaggio, che si è resa concreta, appunto, in Superman Unchained.

Superman Unchained

Inoltre, Snyder, per quanto riguarda Batman: Zero Year, racconta di aver avuto notti insonni, poiché sentiva di non poter toccare o cambiare le origini scritte da Frank Miller in “Anno Uno”, che definisce “materiale sacro”, difatti, queste nuove origini sono strettamente e unicamente legate al Batman dei “New 52”. Fare qualsiasi cosa che riguarda la vita di Batman è davvero stressante, dice Snyder pensando alle sue grandi storie del passato ma, ora che ha il primo numero tra le mani [di Batman: Zero Year], si sente molto più tranquillo.

Lo scrittore ha detto anche che è stata la DC Comics stessa a dire lui che “Batman: Anno Uno” non poteva più essere l’origine di Batman per quanto riguarda i “New 52”, inoltre, qualcuno ha inviato lui una lettera indirizzata a Frank Miller via Twitter, che criticava l’autore de “Il Ritorno del Cavaliere Oscuro” per aver cambiato le origini di Batman su “Anno Uno”. Ciò, però, pare aver ispirato Scott Snyder, sino a spingerlo a realizzare la storia che voleva raccontare, che sia lui sia Capullo sapevano sarebbe stata ambienta nei primi anni di Batman. Snyder, quindi, disse “Perché non ci espandiamo, facendo quest’origine?”

Batman: Zero Year

L’autore spiega come la storia sia realmente differente da “Batman: Anno Uno”, dicendo che l’obiettivo era di fare qualcosa che potesse spiccare da sola, narrando tutto ciò che non si è visto nell’opera di Frank Miller nella maniera profonda fatta per la Corte dei Gufi.

Infine, Snyder rivela che la storia sarà divisa in tre parti e che presenterà diversi criminali, tra i quali la Gang di Cappuccio Rosso, specie nella prima parte (molto probabilmente, Snyder si riferisce alla gang presente in “The Killing Joke” di Alan Moore).

Le parole di Scott Snyder provengono dall’intervista rilasciata in esclusiva per TFAW.

Sia Superman Unchained sia Batman: Zero Year usciranno negli Stati Uniti per il mese di giugno, mentre, per il mercato italiano, la RW-Lion non ha ancora annunciato nulla per quanto riguarda la serie di Superman, nel caso di Batman, invece, se ne riparlerà molto più avanti.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui