Captain America: Il Primo Vendicatore di Joe Johnston e con Chris Evans

↓ Articolo multipagina ↓

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il gracile Steve Rogers decide di sottoporsi ad un esperimento per diventare un supersoldato ed aiutare il suo paese nel conflitto con le forze dell’Asse. Nasce così Captain America, creato da Joe Simon e Jack Kirby e comparso per la prima volta sul n. 1 di Captain America Comics del marzo 1941.

Sfoggiando un costume con i colori della bandiera a stelle e strisce statunitense e brandendo un indistruttibile scudo stellato, “Cap” diviene l’eroe simbolo delle istituzioni americane affrontando nemici della libertà come il nazista Teschio Rosso ed affiancato dalla giovane spalla mascherata Bucky.

Scomparso alla fine della guerra, Steve Rogers viene rinvenuto in stato d’ibernazione dai Vendicatori nel marzo del ’64, durante la Silver Age. Captain America diventerà il leader del team e riprenderà il suo ruolo di supereroe in un’epoca che non gli appartiene e nella quale i valori da lui rappresentati sembrano aver perso vigore.

Captain America è stato il primo personaggio della Marvel ad essere portato sul grande schermo in un serial del 1944 con Dick Purcell. Nel 1990, invece, uscì solo in vhs il film Captain America, diretto da Albert Pyun, co-prodotto da Stan Lee e con Matt Salinger e Scott Paulin nei ruoli rispettivamente del protagonista e di Teschio Rosso, fascista italiano anziché tedesco nazista. Nel film figurano anche Ned Beatty (Superman I e II) e la nostra Francesca Neri.

Nel ’97, la Marvel entrò in trattative con i produttori Mark Gordon e Gary Levinsohn per produrre un lungometraggio sul supereroe. Tuttavia, lo sviluppo del film s’interruppe quando Joe Simon intraprese una battaglia legale contro la Marvel per il riconoscimento dei diritti d’autore sul personaggio che si è conclusa nel 2003 con un accordo tra le parti.

Nel 2005, la Merrill Lynch investì 525 milioni di dollari sulla Marvel per produrre in maniera indipendente dieci film, tra cui Captain America, e la Paramount Pictures si accordò per distribuire la pellicola. Il produttore Kevin Feige intendeva dividere il film in due parti: la prima ambientata durante la seconda guerra mondiale e la seconda nel presente.

Per Avi Arad, amministratore delegato dei Marvel Studios, il film sarebbe stata l’opportunità per raccontare la storia di un uomo fuori dal suo tempo e fece riferimento alla trilogia di Ritorno al Futuro come fonte d’ispirazione. Jon Favreau s’interessò al progetto e concepì il film come una commedia ma preferì poi dedicarsi ad Iron Man.

LRDG

David Self fu ingaggiato per scrivere la sceneggiatura ma la produzione subì un brusco stop a causa dello sciopero degli sceneggiatori del 2007 che si risolse nel gennaio del 2008 quando la Marvel si accordò con la Writers Guild of America per mettere subito gli sceneggiatori al lavoro su diversi progetti della compagnia. Dopo il successo di Iron Man, nel maggio 2008, Captain America venne annunciato per il 2011 entrando a far parte della saga de I Vendicatori.

Louis Leterrier, regista de L’Incredibile Hulk, secondo capitolo del progetto, s’interessò a Captain America ma alla fine venne scelto Joe Johnston, ex-artista degli effetti visivi della Lucasfilm con la quale aveva vinto un Oscar per I Predatori dell’Arca Perduta, aveva lavorato alla prima trilogia di Star Wars e ad Howard e il Destino del Mondo, tratto proprio da un fumetto della Marvel.

Nel 1990, Johnston aveva invece diretto The Rocketeer per la Disney, trasposizione dal fumetto di Dave Stevens, creato nell’82 come omaggio agli eroi dei serial anni ’30-’40 ed ambientato alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, nello stesso periodo delle prime avventure di Captain America. Il regista ingaggiò Christopher Markus e Stephen McFeely per riscrivere la sceneggiatura.

Prossima
  • http://luigimilani.com luigi

    Complimenti, un articolo eccellente, che rivela una profonda conoscenza sia del versante fumettistico che di quello cinematografico.

    • Stefano Dell’Unto

      Grazie mille, Luigi.

Sono un Fan, non mostrarmelo di nuovo!