Mostri Scatenati 1 | Recensione

Loading...
Ritornano i mostri dell’era Timely ideati dal Re Jack Kirby! Cosa succede quando qualcuno evoca alcune creature in grado di mettere sottosopra il Marvel Universe? Di tutto, come scoprirete in questa intrigante miniserie!

Nel corso della sua esistenza editoriale, la Marvel non ha solo pubblicato fumetti di supereroi. Quelli incentrati sui mostri ebbero grande popolarità nel periodo in cui la casa editrice si chiamava Timely e Atlas e anche negli anni sessanta e settanta non mancarono riviste antologiche con esseri minacciosi e mostruosi. Molte di queste creazioni furono ideate dal leggendario Jack Kirby. Del resto, pure il primissimo numero di Fantastic Four che diede vita all’epoca moderna dei supereroi era pieno di minacce di questo tipo.

Per celebrare degnamente Kirby, la Marvel ha quindi concepito un intrigante crossover che ripropone alcuni di questi personaggi, ovviamente inseriti nel contesto dell’universo supereroico. Le avvisaglie si erano già avute nella serie di Amadeus Cho, l’attuale Hulk. Nel primo episodio della sua testata, infatti, era apparso un ragazzino, vagamente somigliante a Kirby, che disegnava mostri in continuazione. Il suo nome è Kei Kawade e, a quanto si intuisce, è in grado, più o meno inconsapevolmente, di evocare tramite la matita le creature della sua immaginazione, rendendole reali.

E’ da questo dettaglio che parte Cullen Bunn nei primi due numeri di Monsters Unleashed (titolo che omaggia un celebre comic-book Marvel dedicato, appunto, ai mostri). L’episodio dà il via a una saga che Panini Comics pubblicherà nell’arco di tre volumi. Di punto in bianco, esseri terribili e giganteschi appaiono in varie zone del pianeta, causando disastri. Con tale pretesto, Cullen Bunn ci presenta gli Avengers, gli X-Men, i Campioni, gli Inumani, gli Alpha Flight, i Guardiani della Galassia e altri eroi impegnati ad affrontarli. E naturalmente non manca Kei. Un ruolo importante, però, lo giocherà anche Elsa Bloodstone, la cacciatrice di mostri, che pare l’unica ad avere una comprensione precisa di ciò che sta accadendo.

La magia nera, infatti, potrebbe essere uno dei motivi di questa situazione e forse il povero Kei è rimasto coinvolto, suo malgrado, in un gioco più grande di lui. Bunn imposta dunque le premesse della trama in questi capitoli iniziali di Monsters Unleashed, giocando con l’azione adrenalinica e l’ironia, coadiuvato dall’ottimo Steve McNiven e dal meno efficace Greg Land ai disegni. Entrambi i penciler, comunque, dimostrano di possedere indiscutibile dinamismo, senz’altro appropriato per una vicenda simile.

Monsters Unleashed è inoltre collegato a vari albi che approfondiscono le vicissitudini dei singoli protagonisti del crossover. Sempre in questa prima uscita, troverete Avengers 1. MU, albo che vede i Vendicatori affrontare vecchi mostri kirbyani del calibro di Goom (ma non mancano nemmeno classici villain come il Controllore). I testi sono di Jim Zub che opta per testi ironici e dissacranti, delineando una story-line divertente valorizzata dall’estro grafico di Sean Izaakse.

L’episodio migliore è quello tratto da Spider-Man/Deadpool 1. MU, albo che, come è facile capire, presenta un bizzarro team-up tra l’Uomo Ragno e Wade Wilson. Spetta a Joshua Corin narrare le spassose disavventure di Spidey che si ritrova in Canada, alle prese con alcune ragazzine streghe che hanno catturato Deadpool per offrirlo in sacrificio a un’entità demoniaca. Va da sé che neanche stavolta mancheranno i mostri, con conseguenze preoccupanti. Corin scrive dialoghi spassosi e i disegni di Tigh Walker, plastici ed espressivi, valorizzano lo script.

Nel complesso, l’operazione Monsters Unleashed potrebbe essere considerata commerciale e basta. In effetti, è un’opera mainstream di intrattenimento che coniuga l’azione supereroica con riusciti elementi horror; ma è piacevole e ha il merito di proporre alle giovani generazioni di lettori i personaggi e un genere narrativo che hanno fatto la storia della Marvel. Con questa operazione, il mitico Kirby è stato, secondo me, ricordato in maniera degna e tanto basta. Da provare.

 

Loading...

COMMENTI

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!