I robot che avevano sviluppato il proprio linguaggio? Ecco cosa è accaduto veramente!

Loading...
La situazione è in realtà molto meno preoccupante di ciò che poteva sembrare.

Qualche giorno fa, vi avevamo riportato la notizia che due bot hanno iniziato a comunicare fra loro in un linguaggio sconosciuto.

Il noto gigante dei social network, Facebook, sta effettuando degli studi sulle intelligenze artificiali. I ricercatori impiegati in questo progetto stavano cercando di insegnare a due bot a utilizzare il dialogo per poter effettuare delle negoziazioni, l’uno con l’altro. Nello specifico, gli scienziati stavano tentando di fare in modo che i due bot fossero in grado di barattare degli oggetti.

L’obiettivo di questo studio era quello di insegnare ai due bot a pianificare a lungo termine e comunicare in maniera efficiente, per poter ottenere ciò che volevano.

Quando i due bot hanno iniziato a produrre delle frasi prive di senso, nessuna delle due intelligenze artificiali è stata spenta: piuttosto, è stato riscontrato un bug nel software, a cui è stato in seguito trovato un rimedio, per poter fare in modo che le IA potessero esprimersi con un linguaggio più simile a quello umano, in maniera tale che i ricercatori fossero in grado di decifrare i risultati della propria ricerca.

Comunque, il fatto che i bot possano iniziare a esprimersi in un linguaggio per noi non comprensibile non è una novità, né una sorta di fenomeno misterioso: alcuni ricercatori della OpenAI hanno di recente riscontrato, grazie ai propri studi, che queste intelligenze artificiali possono interagire fra loro parlando in un linguaggio simile al codice dell’alfabeto Morse, poiché è spesso per loro più efficiente comunicare utilizzando questo sistema di comunicazione.

Fonte: The Register.

Loading...

COMMENTI

Diventa nostro Fan!