­­­­­­­­­­­­­
­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­
­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­
venerdì, 23 settembre 2011 - 11:03

Aspettando il nuovo Spider-Man: Miles Morales


CONDIVIDI |

Quest’anno la Marvel tenta la vera rivoluzione del fumetto americano con una versione nuova e alternativa di un personaggio vecchio di 50 anni: Spider-Man. Tutto questo attraverso i testi di Brian M. Bendis e dai disegni di Sara Pichelli.

Il mondo inizia a fremere per il debutto del nuovo arrampicamuri, Miles Morales, della linea ULTIMATE della Marvel. E in Italia l’attesa si sa più intensa: primo, perché dovremo aspettare fino al 2012 affinchè la Panini Comics abbia un po’ di materiale, per stampare questo  nuovo fumetto e secondo, perché l’artefice della caratterizzazione grafica del personaggio è proprio una disegnatrice italiana: Sara Pichelli.

Con il suo stile energico e l’abilità vincente di infondere vita ai suoi disegni, è fantastico credere che Sara Pichelli abbia iniziato in Marvel solo tre anni fa, debuttando nel 2008 sulla miniserie NYX: NO WAY HOME, pubblicata in Italia in un volume della Panini Comics. Dopo aver illustrato i lavori della scrittrice Kathryn Immonen su RUNAWAYS e X-MEN: PIXIE STRIKES BACK, si è guadagnata recensioni entusiastiche, come pure l’attenzione di Bendis e della redazione Ultimate, che l’hanno voluta a bordo della serie ULTIMATE COMICS: SPIDER-MAN.

Ora, sia Pichelli che Miles si preparano a lasciare il segno nell’Universo Ultimate e non solo. La Marvel ha diffuso anche un teaser del terzo numero della serie in cui si vede in azione a volto scoperto proprio il nuovo tessiragnatele. Bhè effettivamente non so se sia corretto chiamarlo tessiragnatele perché… per essere un Uomo Ragno non si sono ancora viste nè ragnatele né lanciaragnatele.

Vi proponiamo anche una serie di schizzi presi dal sito della casa editrice in cui si vedono gli studi preparatori del personaggio.

 

La Marvel con questo personaggio vuole sicuramente far discutere e sorprendere, ma quello che si chiedono i lettori, non è tanto il perché del colore della pelle del personaggio, cosa impensabile negli anni ’60, ma, se negli anni ’60 a dare i poteri ad un ragazzino esile è stato il morso di un ragno radioattivo, che cosa può creare un Uomo Ragno nel 2011?

Auguro a Miles Morales di essere un esempio come lo è stato Peter Parker, per la vecchia generazione di lettori!

Stay Tuned Comics Possessed


FORSE NON HAI LETTO
Muze LAFELTRINELLI INMONDADORI
IBS